Cronaca

Asse Nord-Sud, scatta il divieto senza controlli: le due ruote passano

E oggi allo scattare delle 14:30 è successo di tutto. C'era chi deviava per un percorso alternativo, c'era chi passava come se non ci fosse alcun divieto e c'era anche chi si accorgeva sul momento arrivando ad inchiodare per paura di essere multato

Scoperto il divieto

Alle 14:30 di oggi è scattato il divieto di percorrere l’asse Nord-Sud per tutte le due ruote. Alcuni operatori del Comune hanno provveduto a rendere visibile la segnaletica verticale, cartelli stradali posti prima di ogni ingresso alla direttissima. Tuttavia ci sono stati tanti scooteristi e motociclisti che hanno comunque imboccato l’asse senza rispettare l'obbligo imposto. Forse perché alcuni non ricordavano o sapevano della novità. Ma forse anche perché non c’era neppure una pattuglia della Polizia Municipale a controllare, né all’altezza di via Bocconi, né in via Flavia e neppure lungo il percorso. E’ vero che per i primi giorni è stato deciso di adottare un margine di tolleranza, ma da oggi, in teoria, chi viene pizzicato lungo l’asse Nord-Sud con un mezzo che non abbia almeno 4 ruote dovrà pagare una multa da 80 euro

E oggi allo scattare delle 14:30 è successo di tutto. Anche se non è possibile capire l’intenzione di chi guida, molti centauri provenienti dal centro città hanno deviato lungo la rampa che porta in via Grazie. Ma per tutti quelli che hanno deviato, c’è stato chi ha tirato dritto senza neppure rallentare. Qualcuno, una minoranza, è arrivato da via bocconi in prossimità del bivio e si è fermato accostando al guardrail, ha letto, ha capito ed ha cambiato strada dopo aver ragionato un itinerario alternativo. Addirittura uno scooter (foto a destra) è arrivato lanciatissimo all’ingresso dell’Asse per poi inchiodare di fronte al cartello e tornare indietro a piccoli passi. Il tutto col rischio di essere tamponato dalle auto che, prima lo hanno evitato e poi gli hanno espresso tutto il loro disappunto a colpi di clacson.

LE REAZIONI. Ci sono alcuni che hanno percorso l'asse poco prima dell'ora X e che si sono fermati a commentare la scelta della Giunta. Andrea Rossi fa 2Asse Nord-Sud-3l’autista di Conerobus e ironizza sul fatto che, tra il lavoro e la passione per le due ruote, la sua schiena è a pezzi: «Io percorro questa strada almeno 5 o 6 volte al giorno e adesso dovrà fare un percorso alternativo. Io non la trovo logica questa cosa perché io capisco gli scooter, ma le moto grosse come al mia ha le ruote grosse e se va bene in strade molto peggiori non vedo il problema di passare lungo l’asse». Uno scooter 150 ce l’ha Marco Crostella che ha detto: « Io ho mandato paio di messaggi privati sulla pagina Facebook del Comune perché io sono di Candia e lavoro in via Maratta e trovo stupida questa decisione di chiudere l’asse perchè se questa strada è pericolosa, quella che da Candia porta all’imbocco dell’asse non saprei come definirla»

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Asse Nord-Sud, scatta il divieto senza controlli: le due ruote passano

AnconaToday è in caricamento