Cronaca Via G. Marconi

Telecamere oscurate, auto di traverso, poi il boato: l'assalto in banca è un thriller

Caccia ai banditi che hanno provocato l'esplosione nella filiale: residenti svegliati nel cuore della notte, indagano i carabinieri

Foto di repertorio

Il boato nel cuore della notte ha svegliato di soprassalto gli abitanti di Polverigi. Il frastuono arrivava dalla filiale Unicredit di via Marconi, in pieno centro. Erano le 2,40.

I banditi hanno fatto irruzione in banca dopo aver sfondato una porta antincendio. Avevano pianificato tutto a tavolino: hanno oscurato le telecamere della videosorveglianza con una bomboletta spray, in modo da non essere riconosciuti e, per garantirsi la fuga, hanno infranto i finestrini di due auto, di proprietà di due ragazze del posto, e le hanno posizionate di traverso, in mezzo alla carreggiata, così da ostacolare l’arrivo delle forze dell’ordine. Quindi si sono diretti verso la cassa temporizzata e l’hanno fatta saltare con una carica di esplosivo, un congegno simile alla “marmotta” utilizzata per manomettere i bancomat.

Un assalto-lampo: non c’era tempo da perdere, l’allarme risuonava, i carabinieri stavano già intervenendo. I malviventi hanno preso quel che hanno potuto, un bottino non superiore ai 2mila euro, e si sono dati alla fuga, a quanto pare su un furgone. Sul colpo indagano i carabinieri di Osimo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Telecamere oscurate, auto di traverso, poi il boato: l'assalto in banca è un thriller

AnconaToday è in caricamento