Giovedì, 17 Giugno 2021
Cronaca Passetto / Piazza 4 Novembre

Passetto: ragazzo disabile costretto a farsi trasportare a una festa

E' successo sabato sera scorso alla serata "Passetto on the Rocks". Marco Galeazzi, a causa dell'impossibilità di usare l'ascensore del Passetto, ha dovuto essere trasportato di peso dagli amici

Nella foto: Marco Galeazzi

IL FATTO – Sabato scorso 16 Giugno si è tenuto il “Passetto on the rocks”, organizzato da Eventi Divertenti e Sui Club: l’atteso evento mondano richiama ogni anno i giovani della movida anconetana per una serata sulla spiaggia del Passetto all’insegna della musica e del divertimento. Quest’anno però un ragazzo disabile di 28 anni di Falconara, Marco Galeazzi, si è divertito un po’ meno perché verso mezzanotte e mezzo ha trovato l’ascensore del Passetto non funzionante. Per poter accedere alla serata è stato trasportato sulle spalle da un amico, mentre altri tre hanno portato la sua carrozzina. Verso le quattro del mattino gli amici di Marco hanno dovuto riportarlo di nuovo in spalla dalla spiaggia fino al monumento di Viale della Vittoria.

MARCO GALEAZZI – “Praticamente siamo andati a questa festa al Passetto. Verso mezzanotte e mezza siamo voluti scendere però purtroppo gli amici nostri si sono adoperati in due per portarmi giù perché l’ascensore era inattivo. Comunque è una cosa obbrobriosa che qualcuno si deve rompere la schiena per delle negligenze. Noi disabili veniamo fermati per cose di questo genere però anche noi abbiamo il diritto di divertirci. A me ha dato fastidio che questi miei amici si sono dovuti spaccare in due per portarmi giù.”

ALESSANDRO SARTARELLI (Eventi Divertenti) - “Noi dobbiamo fare una richiesta per tenere aperto l’ascensore dopo la mezzanotte e l’abbiamo fatto per i primi anni quando pagavamo per tenerlo aperto e si poteva usufruire del servizio in modo gratuito. Dopo di che la società che gestisce il servizio ha incominciato a far pagare tutti con il biglietto. Noi riteniamo giusto che se siamo noi a pagare, il pubblico non deve pagare il biglietto, se invece loro vogliono far pagare il biglietto, allora non devono richiedere ad altri un pagamento. Per questo noi richiediamo l’apertura dell’ascensore ogni anno, ma da due edizioni abbiamo smesso di pagare il servizio dopo la mezzanotte. Da una parte sono molto dispiaciuto per questo inconveniente, dall’altra spero che questa cosa serva a risolvere una volta per tutte questa problematica.” Sartarelli inoltre ha dichiarato che, se lo vorranno, Marco e i suoi amici saranno suoi ospiti sabato prossimo al Conero Golf Club.

ING. TALAMONTI (Conerobus) – “Noi abbiamo ricevuto una richiesta per l’utilizzo dell’ascensore del Passetto fuori dell’orario ordinario. Attendevamo la conferma della richiesta, che avviene con il pagamento del servizio straordinario, ma questa non è mai arrivata. Purtroppo esistono delle regole e il servizio va pagato, la richiesta va fatta massimo due giorni prima e noi, a pagamento, lasciamo aperto l’ascensore fino all’orario richiesto. Il regolamento è chiaro: noi facciamo servizio oltre orario su richiesta e a pagamento.”

ADRIANA CELESTINI (Assessore pari opportunità) – “Quello che successo è qualcosa da criticare – ha detto l’assessore – perché è ovvio che si fanno battaglie per abbattere barriere architettoniche e poi, quando queste creano situazioni di disagio, non si può far finta che non ci siano state. Qui più che pari opportunità è una questione di pari dignità e qualità della vita, perché se una città vuole presentarsi come una città che offre un ottimo livello della qualità della vita, è ovvio che deve essere attenta  anche a queste cose.” La Celestini ha poi espresso premura di informarsi bene su quello che è successo e capire cosa si possa fare per ovviare a un altro episodio che si augura non accada più, per questo non vuole perdere tempo e ha dichiarato: “Io mi farò premura di portare questa cosa già domani in Giunta Comunale all’attenzione di tutti”.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Passetto: ragazzo disabile costretto a farsi trasportare a una festa

AnconaToday è in caricamento