Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Registro Tumori: l’Ars risponde all’interrogazione del consigliere Massi

"Sono in corso di predisposizione tutte le attività preliminari per procedere, appena la normativa nazionale lo consentirà, all'avvio a pieno regime del registro"

“La Regione Marche ha istituito con Legge Regionale n. 6 del 10 aprile 2012 il Registro Tumori Regionale (RTR) e con una conseguente delibera ha stabilito le modalità di costituzione e funzionamento del Registro stesso. Per la piena funzionalità della struttura si rende però necessaria l’emanazione a livello nazionale di un decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri (art. 12 della Legge n. 221/2012), al fine dell’istituzione dei sistemi di sorveglianza e dei registri, su proposta del Ministro della Salute.

E’ inoltre fondamentale, per superare i problemi di privacy e poter utilizzare i dati nominativi e consentire il trattamento dei dati sensibili, l’adozione del regolamento, previsto sempre nella Legge n. 221/2012, che dovrà proporre il Ministero della Salute acquisito il parere del Garante e previa intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni. Nella normativa è indicato che tale regolamento dovrà essere adottato entro 18 mesi dalla data di entrata in vigore del stessa legge e quindi entro il mese di luglio 2014.

A seguito della istituzione del Registro Tumori Regionale e alla definizione delle modalità di funzionamento dello stesso, sono in corso di predisposizione tutte le attività preliminari (messa a punto del software, formazione degli operatori, consolidamenti delle basi dati, etc.) per procedere, appena la normativa nazionale lo consentirà, all’avvio a pieno regime del registro. L’ormai prossimo funzionamento del registro tumori regionale permetterà di disporre di informazioni più esaustive e di alta qualità permettendo in futuro una migliore precisione e una sorveglianza permanente dello stato di salute delle nostre popolazioni. Inoltre, è in via di approvazione lo schema di convenzione tra ARS e Università di Camerino per collaborare nello svolgimento delle attività del suddetto registro.

E’ infine da tenere presente che l’Osservatorio Epidemiologico Regionale (OER) dell’Agenzia Regionale Sanitaria già svolge attività di studio e di monitoraggio epidemiologico della realtà marchigiana, attività che sarà ulteriormente potenziata, in attesa dell’avvio dei registri di patologia, con il consolidamento delle sue funzioni e della Rete Epidemiologica Marchigiana (REM), che sono oggetto di una delibera regionale in corso di approvazione e sulla quale deve esprimere il parere la competente Commissione consiliare.”

ARS (Agenzia Regionale Sanitaria)

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Registro Tumori: l’Ars risponde all’interrogazione del consigliere Massi

AnconaToday è in caricamento