Accusato di episodi di violenza allo stadio, era latitante da due anni: arrestato ultrà

Secondo gli inquirenti è sfuggito ai controlli di frontiera approfittando di vari “alias”. Ma i militari, dopo un lungo periodo di osservazione,  lo hanno rintracciato, bloccato e portato in carcere

Foto di repertorio

Ricercato dal febbraio 2017, è stato rintracciato venerdì sera dai Carabinieri della stazione di Collemarino che hanno arrestato un 31enne tunisno  da tempo residente in Italia. Su di lui pendeva un ordine di carcerazione della Procura di Fermo per vari reati commessi fra il 2007 e il 2011 in occasioni di partite di calcio dell'Ancona nei vari stadi marchigiani e fuori regione. Si era allontanato dall'Italia facendo perdere le proprie tracce da circa due anni, recandosi presumibilmente nel paese di origine della famiglia.

Di recente però era tornati. Secondo gli inquirenti è sfuggito ai controlli di frontiera approfittando di vari “alias”. Ma i militari, dopo un lungo periodo di osservazione, lo hanno rintracciato, bloccato e portato nel carcere di Montacuto dove dovrà scontare 1 anno di reclusione.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento