Cronaca

Perseguita la ex con continue richieste di sesso: arrestato 24enne

Il giovane è ritenuto colpevole di aver perseguitato la ex - ora sposata e con un figlio - tanto da generare nella vittima un grave stato di ansia e paura, e costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita

È stato arrestato questa mattina dai Carabinieri di Senigallia un 24enne: il giovane è ritenuto colpevole di aver perseguitato la ex – ora sposata e con un figlio – anche con continue richieste di sesso, tanto da generare nella vittima un grave stato di ansia e paura, e costringendola a cambiare le proprie abitudini di vita.  

La vicenda è iniziata nell’agosto del 2013 quando l’indagato, dopo la fine della relazione sentimentale, avvenuta nel 2009, avrebbe iniziato a molestare l’ex fidanzata, a volte seguendola per strada, e inviandole messaggi sul profilo di Facebook, contattandola per telefono e inviando numerosi sms non graditi, tanto da costringere la donna a presentare una prima denuncia ed a cambiare il numero di telefono.

Nel mese di giugno 2014 sarebbero poi ricominciate le molestie con nuovi messaggi sul profilo di facebook, dal tenore sempre più preoccupante: in particolare le riferiva di voler avere rapporti sessuali con lei e di essersi emozionato quando l’aveva vista. Le molestie sono continuate anche nel mese di luglio con l’invio di altri messaggi nelle ore notturne tramite il social network, con nuove esplicite richieste di rapporti sessuali.

Inoltre il giovane avrebbe disturbato la vittima anche sul luogo di lavoro, dove si sarebbe recato più volte al giorno recando disturbo anche alle altre persone presenti. Un giorno, nonostante il parere contrario della ragazza, aveva anche lasciato sul posto di lavoro una busta di plastica con un’orchidea, due banconote da 50 euro, tre cioccolatini ed un pasticcino.

Nei giorni successivi, poi, l’invio di altri SMS, anche alle amiche dell’ex fidanzata, con frasi scabrose dirette alla vittima. Tutti gli episodi regolarmente denunciati dalla persona offesa.

Tutti questi fatti hanno portato il GIP del Tribunale di Ancona ad emettere un divieto di avvicinamento alla persona offesa, aggravato dal divieto aggiuntivo di comunicare con la parte offesa con qualsiasi mezzo, fatto che ha scatenato le ire del giovane, che si è recato sul posto di lavoro della donna, la quale però ha subito chiamato il 112. I militari intervenuti lo hanno arrestato.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perseguita la ex con continue richieste di sesso: arrestato 24enne

AnconaToday è in caricamento