Cronaca

Arrestato pusher attivo tra Senigallia e Fano, dovrà scontare tre anni di carcere

L'uomo è giudicato responsabile di gravi fatti di resistenza e lesioni, nel bolognese, a carico di un poliziotto, che il 40enne aveva colpito con calci e pugni, e a cui poi è riuscito anche a sfilare la pistola, senza però sparare

Gli agenti del Commissariato di Senigallia erano da tempo sulle tracce di B.M., cittadino marocchino 40enne ritenuto parte di un gruppo attivo nel mondo dello spaccio operante nella zona della stazione: in un occasione erano anche riusciti a fermarlo con una modica quantità di hashihs, per la quale erano scattate le segnalazioni previste.

L’uomo, alcuni giorni fa, è stato raggiunto da un ordine di esecuzione emesso dalla Corte d’Appello di Bologna per una condanna di circa 3 anni di carcere, scattata in quanto giudicato responsabile di gravi fatti di resistenza e lesioni, nel bolognese, a carico di un poliziotto, che il 40enne  aveva colpito con calci e pugni, e a cui poi è riuscito anche a sfilare la pistola, senza però sparare.

A seguito di accertamenti, infine, l’uomo è stato  individuato a Fano da personale della Squadra Volante e tratto in arresto nei pressi della stazione ferroviaria.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arrestato pusher attivo tra Senigallia e Fano, dovrà scontare tre anni di carcere

AnconaToday è in caricamento