Mercoledì, 23 Giugno 2021
Cronaca Stazione / Via Lamaticci

Eroina: gli agenti della Mobile arrestano pusher attivo tra Piano e Stazione

Il suo "prodotto" ha quasi ucciso un giovane in via Lamaticci, che è crollato a terra ed è stato soccorso grazie ai passanti. Gli investigatori sono al lavoro per riscontrare eventuali responsabilità in altri casi di overdose

Sabato scorso, in via Lamaticci, un giovane anconetano, dopo aver assunto una dose di eroina forse tagliata male o forse di pessima qualità, si è sentito male, ha perso i sensi ed è caduto al suolo: solo l’interessamento dei passanti, che hanno subito chiamato 118 e polizia, ha consentito che al ragazzo venissero subito prestate tutte le cure del caso, scongiurando il peggio.
Una volta salva la vita al giovane, finiva il lavoro dei sanitari e iniziava quello degli investigatori: gli agenti della Mobile diretti dal Vice Questore Carlo Pinto, partendo da pochi indizi, sono riusciti dopo molte ore di appostamenti e pedinamenti ad individuare li pusher in H.H., un tunisino di 45 anni dedito allo spaccio di droga nelle zone del Piano e già noto alle forze dell’ordine  per numerosi reati.

Ignaro di aver messo in pericolo la vita del giovane, HH aveva continuato imperterrito la sua fiorente attività senza fare i conti con gli investigatori dell’Antidroga che, dopo averlo individuato, si erano messi alle sue calcagna giorno e notte senza perderlo mai di vista. Uomini e donne in borghese hanno cominciato a stringere il cerchio intorno al tunisino fino a quando, ieri mattina, lo hanno visto aggirarsi a Vallemiano, nei pressi della sala giochi “Bingo”.

Non appena individuato il momento propizio, gli Agenti della Mobile lo hanno bloccato e perquisito rinvenendogli addosso 25 ovuli di eroina – ancora da suddividere in dosi – nonché più di trecento euro in contanti. Ma il pusher non aveva con sé solo denaro “buono”, ma anche banconote false per il valore di 130 euro. Durante l’arresto i poliziotti della narcotici hanno dovuto vincere la violenta resistenza del tunisino che, scarcerato da poco per reati sempre legati agli stupefacenti, si è opposto con tutte le sue forze.

L’arrestato su disposizione della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona veniva trattenuto nelle celle di sicurezza della Questura di Ancona in attesa del rito direttissimo di questa mattina.

Sono in corso ulteriori accertamenti e attività investigative da parte della Squadra Mobile volti a riscontrare se HH possa ritenersi responsabile anche di altri casi di overdose occorsi negli ultimi giorni.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Eroina: gli agenti della Mobile arrestano pusher attivo tra Piano e Stazione

AnconaToday è in caricamento