Senigallia: evita l’espulsione ma torna alle "cattive compagnie", finisce in carcere

Portato al CIE di Bari in vista del rimpatrio, aveva ottenuto di tornare a Senigallia per motivi familiari, ma una volta in città aveva ripreso tutti i propri contatti nell'ambito dei furti e dello spaccio

Il carcere di Montacuto

E' stato arrestato nella notte dagli agenti della Squadra Volanti B.S.A., 27enne marocchino domiciliato da tempo a Senigallia. Il giovane è un soggetto noto da tempo alle forze dell’ordine, per precedenti in materia di reati contro il patrimonio e di stupefacenti, ed è stato già arrestato più volte.

Non avendo alcun permesso di soggiorno e vivendo di proventi di attività criminale era stato fermato poco meno di due mesi addietro l’Ufficio Immigrazione del Commissariato, per espellerlo verso il paese di origine. Accompagnato al CIE di Bari, l’uomo vi è rimasto per 40 giorni, riuscendo poi a ottenere il permesso di tornare a Senigallia per esigenze connesse ai familiari.

Ma al suo ritorno, risalente a circa dieci giorni fa, l’uomo, sempre attentamente seguito dagli agenti delle Volanti e dell’Anticrimine, ha approfittato per riprendere tutti i propri contatti nel mondo della delinquenza locale, soprattutto nell’ambito dei furti e dello spaccio.

L’uomo è stato costantemente controllato e nella nottata di ieri, avendo ricevuto un ordine di esecuzione emesso dalla Procura di Ancona, è stato rintracciato nei pressi della Stazione di Senigallia dagli uomini della Squadra Volante, che lo hanno portato in Commissariato e poi a Montacuto, dove sconterà la pena accumulata per le condanne ricevute.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • Coronavirus, screening di massa con tampone antigenico rapido nelle Marche

  • Emergenza Covid, Acquaroli preoccupato: «Rischiamo crisi economica impressionante»

Torna su
AnconaToday è in caricamento