rotate-mobile
Cronaca

Furti con l’esplosivo, poi la fuga all’estero: fine della corsa per il latitante anconetano

L'uomo si era rifugiato in Croazia, era stato condannato a 10 anni di reclusione

Era sfuggito all’arresto nell’aprile del 2019, la squadra Mobile di Ancona lo ha catturato al valico di frontiera di Trieste (GUARDA IL VIDEO). Massimo Giuliani, 56 enne anconetano, era stato condannato in via definitiva a 10 anni di reclusione insieme a un complice Nicola Soccio. Per i giudici i due appartenevano infatti a un’associazione criminale specializzata in traffico di droga, rapine e furti aggravati presso negozi e banche con l’uso di esplosivi. 

Ad aprile 2019, poco prima dell’ordine di esecuzione di carcerazione emesso dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Perugia, Soccio fu arrestato mentre Giuliani fece perdere le proprie tracce. Gli agenti coordinati dal vicequestore aggiunto Carlo Pinto lo hanno trovatonella città croata di Zrnovnica, dove si era rifugiato in casa di una donna del posto. I poliziotti della sezione catturandi lo hanno preso in consegna oggi dalle autorità croate per poi accompagnarlo nella casa circondariale di Trieste. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Furti con l’esplosivo, poi la fuga all’estero: fine della corsa per il latitante anconetano

AnconaToday è in caricamento