Cronaca

Candia: fermati con 1 hg di coca, tre giovani insospettabili in manette

Gli inquirenti ritengono che i tre avessero in piedi un discreto giro e che la cocaina sarebbe stata ceduta a terzi, che a loro volta l'avrebbero smerciata nel weekend, durante il quale aumenta sempre la richiesta di droga

Il Capo della Squadra Mobile dottor Giorgio Di Munno

Sono tutti giovani anconetani di buona famiglia i tre ragazzi – di età compresa tra i 19 e 28 anni – arrestati venerdì sera dagli uomini della Squadra Mobile agli ordini del Dottor Giorgio Di Munno per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.

Gli agenti della Mobile stavano seguendo i tre ragazzi dal pomeriggio, monitorando i loro movimenti, finché li hanno fermati a Candia a bordo di un’auto di piccola cilindrata. Il più giovane dei tre, di 19 anni, è stato trovato con addosso due panetti di cocaina dal peso complessivo di circa 1 hg, che una volta immessi sul mercato avrebbero potuto fruttare dai 5 agli oltre 7mila euro.

I poliziotti hanno quindi deciso di ripercorre a ritroso il tragitto effettuato nel corso della giornata dai tre ragazzi, arrivando così ad un casolare in campagna, di proprietà della famiglia di uno di loro, in cui hanno trovato nascosti all’interno di un ripostiglio un panetto da 1.1 kg di marijuana e un bilancino di precisione.

Gli inquirenti  ritengono che i tre avessero in piedi un discreto "giro" e che la cocaina sarebbe stata ceduta a terzi, che a loro volta l’avrebbero smerciata per lo “sballo del weekend”, durante il quale aumenta sempre la richiesta di droga.
Il 19enne e uno dei 28enni sono incensurati, mentre l’altro ragazzo è stato già fermato in precedenza: tutti e tre sono in attesa di comparire davanti al giudice.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Candia: fermati con 1 hg di coca, tre giovani insospettabili in manette

AnconaToday è in caricamento