Giovedì, 23 Settembre 2021
Cronaca Senigallia

Caricava i clienti in auto per spacciare cocaina: trentenne agli arresti domiciliari

La polizia si è insospettita dopo aver visto delle strane manovre nei pressi dell'ospedale. Aveva con sé 23 dosi già confezionate e altra cocaina da impacchettare

Caricava sull'auto i clienti per rifornirli di cocaina: si trova agli arresti domiciliari, il trentenne di origine albanese da tempo residente a Senigallia che venerdì 27 novembre è stato arrestato dalla polizia di Senigallia. Aveva con sé ben 23 dosi di cocaina già confezionata e un involucro con altra polvere bianca da impacchettare, il tutto per un valore di diecimila euro

Il sospetto e l'arresto 

Gli agenti avevano notato degli strani movimenti e si sono insospettiti: l'uomo si aggirava nei pressi dell'ospedale civile con la sua macchina di grossa cilindrata. Ad un certo punto il ragazzo ha frenato di colpo per far entrare un passeggero, poi scaricato pochi metri più avanti. Così gli uomini del 113 hanno deciso di intervenire sospettando la cessione della droga. Prima hanno fermato l'auto e controllato il passeggero che effettivamente aveva acquistato una dose di cocaina, poi hanno verificato con l'aiuto dell'unità cinofila di Ancona il sospetto spacciatore. L'uomo effettivamente aveva con sé meno di un etto di cocaina e cento euro in contanti. Ora il trentenne si trova agli arresti domiciliari e dovrà attendere l'udienza di convalida del giudice. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caricava i clienti in auto per spacciare cocaina: trentenne agli arresti domiciliari

AnconaToday è in caricamento