Giovedì, 24 Giugno 2021
Cronaca

Operazione anticamorra: ritenuto affiliato ai Casalesi, arrestato a Montemarciano

Nel corso dell'indagine gli inquirenti sono riusciti a ricondurre agli indagati, definendone compiti e ruoli, la responsabilità di cinque estorsioni nei confronti di altrettanti imprenditori ed esercizi commerciali

Operazione anticamorra mercoledì scorso – ma la notizia è stata data ufficialmente dalle forze dell’ordine solo oggi – nelle provincie di Caserta e Ancona. I Carabinieri della Compagnia di Santa Maria Capua Vetere hanno dato esecuzione ad un decreto di fermo di indiziato di delitto emesso dalla Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli, nei confronti di 6 indagati (dei quali 1 già detenuto), ritenuti affiliati al clan dei Casalesi - fazioni “Schiavone” -, ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione per delinquere di tipo mafioso, estorsione, rapina e reati in materia di detenzione e porto di armi comuni da sparo. Uno di essi, B. N., 29enne originario di Caserta, era residente a Montemarciano.

L’indagine, condotta dalla Stazione di Grazzanise e convenzionalmente denominata “Bad Boys” trae spunto dalla denuncia di un imprenditore che, rompendo il muro di omertà, ha coraggiosamente deciso di segnalare un tentativo di estorsione ai sui danni. I clan imponevano ai commercianti del territorio l’acquisto di materiale di cancelleria e pubblicitario a prezzi sproporzionati rispetto al valore effettivo della merce, specie in prossimità delle feste natalizie. Ma il “modus operandi” non si limitava, naturalmente, ad articoli da cartoleria, estendendosi a varie attività economiche.

Gli inquirenti sono riusciti a ricondurre agli indagati, definendone compiti e ruoli, la responsabilità di cinque estorsioni nei confronti di altrettanti imprenditori ed esercizi commerciali tra cui imprese nel settore caseario, farmacie ed una impresa di pompe funebri per un danno complessivo di circa 10mila euro.
E’ stata inoltre,  acclarata  la disponibilità di armi - pistole e fucili - che gli indagati si procuravano ed impiegavano per sottolineare la propria caratura criminale minacciando le vittime, nonché, in un caso, usate per una rapina.

L’Autorità Giudiziaria  ha convalidato gli arresti dei sei fermati.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Operazione anticamorra: ritenuto affiliato ai Casalesi, arrestato a Montemarciano

AnconaToday è in caricamento