Tutti con la mascherina e direttamente a casa sua per la cocaina: arrestato 30enne di Jesi

Oltre allo stupefacente suddiviso in 5 involucri, gli agenti hanno trovato anche un foglio scritto dall’indagato con nomi, cifre e pesi riconducibile ad una fiorente attività di spaccio

Foto di repertorio

I tempi erano cambiati a causa della pandemia da Coronavirus, ma la domanda di droga, quella no e così lui, un 30enne nato e Jesi e residente in un piccolo comune della Vallesina che aveva capito come gli affari sarebbero andati verso uno stop, aveva deciso di accelerare i tempi e vendere quanta più droga possibile, aumentando il lavoro giornaliero. Tutto senza rinunciare alla sicurezza però. Per cui i clienti avrebbero dovuto presentarsi a casa sua e con la mascherina. 

E’ stato anche questo a destare i sospetti degli agenti della Squadra Mobile della polizia di Ancona che, guidati dal capo Carlo Pinto (foto in basso), avevano notato come puntualmente, ogni giorno, suonassero al suo citofono clienti, almeno 5 o 6 persone rigorosamente con la mascherina. Davanti casa poi avveniva lo scambio. Così stamattina i poliziotti della Mobile, coadiuvati dal personale del commissariato di Jesi, sono arrivati da lui con le manette e l’accusa di spaccio di sostanze stupefacenti. Secondo gli inquirenti lui in casa aveva mezzo etto di cocaina nascosta in casa e una modica quantità di marijuana. Oltre allo stupefacente suddiviso in 5 involucri, gli agenti hanno trovato anche 460 euro in banconote di vario taglio, ritenuto il provento dell’attività di spaccio e un foglio scritto dall’indagato con nomi, cifre e pesi riconducibile ad una fiorente attività di spaccio. La perquisizione domiciliare ha permesso di rinvenire e sequestrare anche un etto di creatina utilizzata per tagliare lo stupefacente nonché vario materiale atto necessario per il confezionamento della droga. Ora il 30enne si trova nel carcere di Montacuto a disposizione dell’Autorità Giudiziaria procedente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento