Cronaca

Droga: in manette a Roma il boss dello spaccio anconetano

La squadra mobile di Ancona ha arrestato a Roma una uomo di 33 anni E. Z., vertice della rete di spaccio che portava la cocaina nella "piazza" anconetana. Altri 10 pusher denunciati

La squadra mobile di Ancona, diretta da Giorgio Di Munno, ha arrestato a Roma una albanese di 33 anni E. Z., che secondo gli investigatori riforniva di cocaina la “piazza” anconetana.
Quando gli agenti sono andati ad eseguire il fermo dell'uomo, l'albanese è stato trovato in possesso di 15 grammi di cocaina, in parte nascosti negli slip.
In casa, poi, c'erano tutti gli attrezzi necessari per il confezionamento delle dosi e 1,5 kg di mannite, una sostanza da taglio.

L'operazione della squadra mobile rientra nell'attività investigativa volta a risalire ai canali di rifornimento della droga che arriva in città.
Un'attività che ha già portato a diversi arresti, ultimo dei quali quello di una coppia di casertani.
L'arresto di E. Z. potrebbe inoltre dimostrarsi uno sviluppo dell'operazione “Divjare”, sempre della mobile, che verso la fine del 2011 si era conclusa con l'arresto di 6 spacciatori albanesi e la denuncia di 10 italiani: a quanto pare l’albanese era il boss e il punto di riferimento della rete dello spaccio anconetano.
Il fermo del 33enne è stato disposto dal pm di Ancona Rosario Lioniello. L'albanese è ora nel carcere romano di Regina Coeli.

Fonte: ANSA
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Droga: in manette a Roma il boss dello spaccio anconetano

AnconaToday è in caricamento