Porto, intercettata auto di lusso rubata: arrestati per ricettazione

Ad insospettire gli uomini della Stradale la mancanza di documenti che giustificassero il possesso dell'auto. Ma grazie alla cooperazione con un ufficiale dell'Interpol si è accertato che la targa era inesistente nella banca dati del Paese iberico

Arrestata banda dedita al furto di auto di lusso. Uno dei vetri posteriori riportava un anno di fabbricazione diverso dagli altri, il telecomando di apertura risultava anomalo ed il numero del telaio contraffatto. Così i poliziotti del comparto Stradale delle Marche, guidati dal comandante Emilio Guerrini, hanno ritrovato una Range Rover del valore di oltre 130.000 euro rubata in Spagna nel mese di maggio e guidata da un uomo di origine dell’Arzebaigian, in compagnia di un concittadino e di una donna rumena. I tre stavano tentanto di entrare al porto di Ancona quando però hanno incontrato gli agenti della Stradale, impegnati proprio in un’opera di controllo per il contrasto ai traffici di veicoli in partenza per l’Est-Europa ed il Medio-oriente. Porpio il proto dorico era stato scelto insieme a Trieste e Bari come frontiera sensibile alla problematica nell’ambito di un operazione che ha impegnato le polizie del sud Europa.

Ad insospettire gli uomini della Stradale la mancanza di documenti che giustificassero il possesso dell’auto, con targa portoghese. Ma grazie alla cooperazione con un ufficiale di contatto dell’Interpol, coinvolta nei predetti controlli, si è accertato che la targa portoghese era inesistente nella banca dati del Paese iberico. Immediato l’arresto dei 3 sospetti per ricettazione e il sequestro dell’auto oltre a circa 4.000 euro in contanti e 2.000 dollari statunitensi, diversi smartphone ed un i-pad tutti rinvenuti nell’auto e di ingiustificata provenienza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Terribile frontale tra due auto, tragedia al tramonto: un morto e un ferito grave

  • Macabra scoperta al cimitero, neonato mummificato trovato sopra una bara

  • Tragedia in casa, trovato morto un papà di 44 anni

  • Tragico investimento in via Conca, l'uomo è morto in ospedale

  • Ucciso da un'auto davanti all'ospedale, Giuseppe era andato a trovare la moglie

  • Malore durante una partita di tennis, rianimato sul posto: è gravissimo

Torna su
AnconaToday è in caricamento