Cronaca

Loreto: “pescano” nella cassetta delle offerte, arrestate

Due donne colte in flagrante mentre rubavano negli offertori del Santuario della Santa Casa di Loreto. Tentano una fuga rocambolesca, ma vengono comunque bloccate dai Carabinieri

Il Santuario della Santa Casa

Un metro flessibile coperto di nastro biadesivo a mo’ di “canna da pesca”, che entrava e usciva con agilità dalle fessure delle cassette delle offerte carico di monete (e pure qualche carta).
Non si tratta della scena di un film di Totò, ma di un furto messo in atto con consapevolezza all’interno del Santuario della Santa Casa di Loreto da due donne di etnia rom, colte sul fatto ieri dai Carabinieri di Osimo e Loreto.

Le ladre, una volta capito che i giochi erano finiti, hanno tentato di fuggire mescolandosi tra la folla di fedeli generando panico e confusione, ma non riuscendo comunque a farla franca. Addosso avevano 300 euro in contanti ma anche orologi, cellulari e altri oggetti sottratti ai pellegrini in preghiera.
Gli accertamenti svolti in caserma hanno fornito il curriculum delle due malviventi: si tratta di L. R. C., 55 anni, residente ad Ascoli Piceno, nota alla giustizia per associazione a delinquere di stampo mafioso, e di D. R. M., 29 anni, residente a Fano, già fermata per reati contro il patrimonio.

Il maltolto è stato restituito al rettore del Santuario.
 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Loreto: “pescano” nella cassetta delle offerte, arrestate

AnconaToday è in caricamento