Rubavano per comprare la droga: «Se non mi aveste fermato non ne sarei mai uscita»

I Carabinieri hanno arrestato una coppia, accusata di almeno 8 furti negli ultimi 3 mesi. Il blitz è scattato al "Green - River Village" dove si rifornivano di droga con i proventi dei furti

Coppia arrestata a Osimo.jpg

«Se non mi aveste fermato non ne sarei mai uscita». Si è rivolta così ai Carabinieri che la stavano arrestando A. G., 34enne originaria di Jesi residente ad Osimo. E’ merito dei militari osimani se la donna avrà la possibilità di andare in un centro di recupero per tossicodipendenti e, dunque uscire dal tunnel della droga. Era infatti per quella maledetta polvere bianca che, insieme al compagno S. H., tunisino 30enne residente a Recanati, la giovane osimana avrebbe messo a segno una serie di furti a tabaccai, ville, supermercati. Colpi per migliaia di euro che, secondo gli investigatori, servivano ad entrambi per una sola cosa: rifornirsi di droga per il proprio uso e consumo. Un tunnel, quello delle sostanze, che li ha trasformati in delinquenti. 

I FURTI. Le indagini di Polizia giudiziaria hanno permesso di fare piena luce su molti colpi commessi in zona dagli arrestati, ritenuti colpevoli di episodi ben precisi. Il primo è il furto al bar Polo di Osimo in Via M.Polo avvenuto il 9 settembre, quando la sera prima i ladri hanno portato via le chiavi del bar ed alcuni monili in oro dalla borsa della titolare e  poi nella notte si sono introdotti nel locale per rubare denaro contante e “gratta & vinci”. Secondo il furto in una villa di via Pietà ad Osimo, nella notte del 29 ottobre scorso, quando ignoti sono entrati in casa rompendo la finestra al piano primo per portare via denaro contante e vari oggetti. Terzo il furto alla tabaccheria in via Cesare Battisti ad Osimo avvenuto nella notte del 30 ottobre, portato via denaro contante e un ingente quantitativo di sigarette e “gratta & vinci” dopo aver distrutto il sistema di allarme, la porta di ingresso e l’inferriata posta a sicurezza di questa. Passa il tempo ma non il modus operandi. Il quarto colpo il 22 novembre alla stessa tabaccheria dove sono stati rubati sempre denaro, sigarette e numerosi “gratta & vinci”, ma solo dopo aver distrutto lo stesso sistema di allarme, la porta di ingresso e l’inferriata. Il quinto è stato un tentativo di portare via sigarette e “gratta & vinci” dalla tabaccheria dell’Ipersimply di Villa Musone lo scorso 5 dicembre. Il giorno dopo il sesto furto quando la coppia ha rubato una macchina: una Ford Ka trovata poi a Porto Recanti (MC) nei pressi della locale stazione ferroviaria. Settimo e ottavo l’8 e 9 dicembre quando hanno preso di mira un’altra auto: una Fiat Multipla scassinata e derubata sotto casa del proprietario per rubare le solite sigarette, denaro e “gratta & vinci” al “New Bar” di Recanati.

LE INDAGINI. Alla fine i Carabinieri della tenenza di Osimo, guidati dal capitano Raffaele Conforti, hanno arrestato la coppia di tossicodipendenti a Porto Recanati. I due erano infatti nascosti al “Green – River Village” dove peraltro si rifornivano di droga acquistata con i proventi dei furti consumati. Sotto la direzione del pm Irene Bilotta, i militari hanno analizzato telecamere della video sorveglianza pubblica e privata, tanto da individuare il ladro mascherato e la sua complice, che sotto le spoglie di una normale coppia di fidanzati, agivano a notte fonda dileguandosi subito nel buio facendo perdere le proprie tracce nonostante le incessanti ricerche. Quest’ultimo elemento è stato essenziale perché ha indirizzato i carabinieri  su una pista e una tesi investigativa certa ovvero che i malviventi erano sicuramente del posto e conoscitori della zona, fino a trovare degli indumenti appartenuti ai due sospetti. Quali? Un maglia col numero 84 e un paio di pantaloni con il marchi numero 23. Da lì la svolta. E coppia identificata. Ieri la conclusione delle indagini con l’arresto dei due, ora dentro il carcere di Montacuto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

Torna su
AnconaToday è in caricamento