Collemarino, arrestata 22enne “pendolare della droga”

Senza patente, la giovane si spostava a piedi, in autobus o in treno per fare da spola tra i suoi rifornitori di stupefacente e i clienti del suo giro di spaccio. Nemmeno lo sciopero l'ha fermata

È stata arrestata ieri dagli investigatori della squadra mobile di Ancona H. A., 22 anni, di origini tunisine ma nata e cresciuta ad Ancona, nel quartiere di Collemarino.
La giovane era una vera e propria “pendolare della droga”: senza patente, si spostava a piedi, in autobus o in treno per fare da spola tra i suoi rifornitori di stupefacente e i clienti del suo giro di spaccio.
Operosa e sempre in movimento, la ragazza prendeva contatti, andava dai pusher e tornava a rifornire i consumatori.
Nemmeno lo sciopero nazionale dei treni era riuscita a fermarla: gli investigatori l’hanno bloccata mentre saliva a bordo dell’auto di un amico, per dirigersi a Napoli per “fare scorta”.

Addosso le sono state trovate diverse bustine di droga, un po’ in tasca, un po’ nascoste negli indumenti, qualcuna addirittura nel reggiseno. Ma è nel salotto della casa di Collemarino, dove vive con la mamma, che la giovane aveva il grosso della merce: una trentina di grammi di eroina, che sommati a 600 euro in contanti, un bilancino di precisione e il cellophane per confezionare le dosi hanno fornito il ritratto di una pusher in attività.
La ragazza è comparsa ieri davanti al Gip per la convalida dell’arresto, con l’accusa di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dpcm 3 dicembre (Natale) e Dl spostamenti, cosa cambia nelle Marche: le modifiche

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Marche zona gialla o zona arancione? Acquaroli fa chiarezza

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

  • LE MARCHE TORNANO ZONA GIALLA

  • Ora è ufficiale, le Marche di nuovo in zona gialla: ma cosa cambia da domenica?

Torna su
AnconaToday è in caricamento