Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca Falconara Marittima

Aria irrespirabile, il sindaco Brandoni tranquillizza: «Entro domani sarà tutto finito»

La spuma che questa mattina è piovuta sulla città non è altro che una sostanza utilizzata per soffocare gli odori, ma la soluzione non ha avuto successo

«Entro domani a mezzogiorno il danno sarà riparato, parola di Api». E’ il sindaco di Falconara, Goffredo Brandoni, a tranquillizzare per quanto possibile gli abitanti della città invasa negli ultimi giorni dagli odori pestilenziali che si levano dalla raffineria. «Riferisco quello che mi ha dichiarato l’azienda nell’ultimo tavolo tecnico, verificheremo nel corso delle ore se i fenomeni si ripeteranno oppure no». Oggi intanto Falconara ha trascorso una nuova giornata di passione. Prima gli odori ormai famigerati dovuti al guasto di giovedì scorso, poi una misteriosa schiuma piovuta dal cielo e infine alcune scuole che hanno deciso di tenere gli alunni al chiuso per evitare infiltrazioni di sostanze nelle aule. «In quanto alla schiuma non è di nessun pericolo, si tratta solo di una sostanza che avrebbe dovuto soffocare gli odori e con il vento si è volatilizzata su alcune parti della città- spiega Brandoni- i tecnici l’hanno immessa nella cisterna da una gru di oltre 21 metri (superiore all'altezza della cisterna) ma hanno visto che non ha risolto il problema e si continuerà con le vecchie lavorazioni». 

La domanda che anche stamattina i falconaresi si sono posti, nonostante le rassicurazioni arrivate dall'ultimo tavolo tecnico, è sempre la stessa. Le sostanze maleodoranti sono nocive? E perché gli alunni delle scuole sono rimasti chiusi nelle aule? Qualche aggiornamento negativo dai dati Arpam? «Nessun aggiornamento- tranquillizza il primo cittadino- stamattina i fenomeni odorigeni si sono ripetuti ma ieri il dipartimento della salute e gli enti preposti che hanno partecipato al tavolo convocato dalla Protezione Civile hanno detto che non ci sono pericoli immediati per la salute e se il sindaco non riceve una comunicazione dagli enti preposti per la salute non può fare niente». Niente sospensione delle attività scolastiche dunque, stamattina come nelle prossime ore (salvo aggiornamenti): «Assolutamente no, i monitoraggi sono fatti dall’Arpam e ne veniamo a conoscenza sempre nelle dodici ore successive al giorno stesso». 

Il guasto si è verificato in una cisterna di 95 metri di diametro da dove i tecnici stavano togliendo il grezzo per effettuare una bonifica: «A tre metri dalla base della cisterna però si è verificato un trafilaggio- spiega Brandoni- praticamente del liquido è andato sopra il coperchio che galleggia sul prodotto. Le temperature e i pochi venti che in questo momento contraddistinguono la stagione hanno portato questi fenomeni odorigeni».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aria irrespirabile, il sindaco Brandoni tranquillizza: «Entro domani sarà tutto finito»

AnconaToday è in caricamento