Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Falconara Marittima

Aria irrespirabile, decine di chiamate: vigili del fuoco in due aziende di trattamento rifiuti

Una ventina di cittadini inferociti davanti ai cancelli della Bufarini ma i macchinari dei pompieri non rilevano nulla. Ispezione anche alla Sea Ambiente

Notte agitata a Castelferretti. Con una ventina di residenti in strada, inferociti, alle porte della Bufarini. Il motivo è sempre lo stesso: l'aria irrespirabile. Odore di fogna e di idrocarburi che entra nelle case e fa scattare una raffica di telefonate al numero verde comunale per le emergenze ambientali e al 115. Le prime oggi attorno alle 19.30. Poi un susseguirsi. A Castelferretti arrivano la polizia municipale e due mezzi dei vigili del fuoco. Uno di loro è del Nbcr, nucleo specializzato per il rilevamento di gas e composti chimici nell'aria. I pompieri attorno alle 20.30 arrivano ai cancelli di Bufarini, ditta che si occupa del trattamento di rifiuti speciali. Sul posto anche i carabinieri della Tenenza di Falconara. La piccola folla di castelfrettesi esasperati si ammassa nella stretta via Saline, dove sorgono gli impianti. C'è anche un confronto a toni alti ma civile con la proprietà che si dice estranea alla vicenda. I rilevatori dei pompieri danno esito negativo. «Siamo stanchi di dover subire tutto questo» è il refrain di chi è in strada nella notte.

In via Saline arriva anche Loris Calcina, consigliere comunale di Falconara Bene Comune - Cittadini in Comune, da una vita sul fronte degli ambientalisti. Poco dopo sul posto anche il sindaco Stefania Signorini, che con i residenti si era incontrata giusto martedì, e l'assessore all'Ambiente Valentina Barchiesi. I vigili del fuoco fanno un'ispezione anche alla Sea Ambiente di Camerata Picena. Azienda simile, sempre in via Saline ma qualche chilometro più verso il confine con Ancona. Nulla da segnalare anche là. Intanto i carabinieri raccolgono testimonianze. Uno dei residenti dice di aver notato, attorno alle 19.30, mentre rincasava, una nuvola in cielo e di aver sentito un forte odore di idrocarburi. Una vicenda, quella delle puzze a Castelferretti, che va avanti da anni. La Bufarini si è sempre difesa dicendo di non esserne la fonte. I controlli effettuati nel tempo dall'Arpam hanno dato sempre esito negativo. Tre anni fa la stessa commissione consiliare Ambiente venne convocata in seduta straordinaria all'interno dell'azienda per poi visitare gli impianti. Il problema dei residenti resta ancora un giallo.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aria irrespirabile, decine di chiamate: vigili del fuoco in due aziende di trattamento rifiuti

AnconaToday è in caricamento