Lunedì, 18 Ottobre 2021
Cronaca Rione degli archi / Via Filippo Marchetti

Aree verdi, case per giovani coppie e lotta all’abusivismo: il nuovo volto del quartiere

Il sindaco e ha incontrato i residenti del quartiere in un’assemblea pubblica. Dal confronto è emersa la necessità di spazi verdi e della lotta agli occupanti abusivi

Spazi verdi, appartamenti e strutture sociali con tecnologia amica dell’ambiente e azzeramento degli occupanti abusivi che vivono negli appartamenti di via Marchetti. Sono le linee guida per la riqualificazione degli Archi che ieri sera nella sala del centro H di via Mamiani il sindaco Valeria Mancinelli e il referente Erap, Maurizio Urbinati, hanno sottoposto al confronto con i residenti del quartiere. 

Efficientamento energetico 

Il progetto di restyling dei fabbricati di via Marchetti e via Pergolesi sarà all’insegna del rispetto dell’ambiente: “Realizzeremo anche cappotti esterni e coibentazioni delle coperture per migliorare l’efficientamento energetico. Verrà riorganizzata anche l’illuminazione dell’area interna, individuati spazi verdi e spazi relazione” ha spiegato Urbinati, che ha illustrato anche come cambierà l’area di Borgo Pio: “Ci sarà una palestra e un edificio dove al piano terra e in parte del primo piano saranno ospitati i locali del centro H, ma anche due alloggi a disposizione del Comune e sei alloggi di edilizia residenziale pubblica. Questi ultimi, come prevede la normativa regionale, saranno collocati a particolari categoria come le giovani coppie o ultrasessantacinquenni”. Al centro della riqualificazione anche il parco urbano della Rupe con la pulizia del sottobosco e la sistemazione del passaggio che da via Pergolesi consente di arrivare al campo “Pacifico Ricci”. Il sentiero sarà illuminato, allargato e reso percorribile da disabili e passeggini. Previste nuove panchine e il restyling delle aree da gioco del “pacifico Ricci” e di via Fornaci. La manutenzione? “Si può pensare anche delle forme di volontariato di cittadini o a tirocini lavorativi e inserimenti sociali di alcune persone” ha spiegato la Macinelli rispondendo alla sollecitazione di una residente. Gli interventi saranno realizzati con le risorse previste dal “bando periferie” (12milioni di euro + 4 milioni di finanziamento tra Erap, Regione e privati) e  quelle del “bando aree urbane degradate” (3 milioni tra finanziamenti ottenuti e cofinanziamento Erap). 

Lotta all’abusivismo 

“Del parco si parla da anni, ora veniamo alla situazione di via Marchetti” ha esclamato un residente tra la platea. Appello raccolto dal primo cittadino: “Metà degli appartamenti di via Marchetti sono di proprietà delle persone che ci vivono o che li hanno affittati, l’altra metà sono stati assegnati dal Comune come alloggi di emergenza provvisori a situazioni sociali particolari. C’è anche una parte variabili di alloggi occupati da gente che ha sfondato la porta ed è entrata dentro, ma è stato fatto un censimento e quest’ultima categoria non è la stragrande maggioranza” ha spiegato la Mancinelli. “Stiamo sanzionando le occupazioni abusive, cioè li stiamo mandando via. Inoltre quelli che hanno avuto l’alloggio di emergenza con un atto formale del Comune, rientreranno nella graduatoria alloggi case popolari se ne hanno i requisiti. L’altra cosa che stiamo facendo è non utilizzare gli alloggi liberi, e ce ne sono, perché accogliamo la sacrosanta richiesta degli abitanti del quartiere che ci hanno chiesto di non concentrare ancora casi sociali che sommano altre problematiche oltre al disagio economico”. 


 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Aree verdi, case per giovani coppie e lotta all’abusivismo: il nuovo volto del quartiere

AnconaToday è in caricamento