Venerdì, 30 Luglio 2021
Cronaca

L'arbitro convalida il goal, i tifosi invadono il campo e lo picchiano

Un'aggressione feroce, con il pubblico che ha sfondato le barriere, rincorrendo il direttore di gara. Il tutto dopo un goal convalidato tra le proteste dei padroni di casa

Eriseld Nazeraj

Un goal convalidato tra le proteste. Poi una vergognosa caccia all'uomo, con calci, pugni e spintoni. E' finito così il match tra Colle 2006 e la Leonessa Montoro, gara del girone B di prima categoria, giocato al "Sorrentino" di Collemarino.

E dire che fino a quel momento la gara era stata tranquilla, con i padroni di casa che si erano portati in vantaggio ad inizio secondo tempo. Poi la decisione controversa dell'arbitro, Eriseld Nazeraj, della sezione di Fermo. Il direttore di gara ha prima fischiato un rigore, poi vedendo la palla che entrava in rete, ha convalidato il goal, concedendo il vantaggio. Subito si sono scatenate le proteste dei giocatori del Colle 2006, tanto vibranti da costringe l'arbitro a sospendere il match, tra l'incredulità dei giocatori e del pubblico presente sugli spalti. Credendo di aver subito un'ingiustizia, alcuni tifosi hanno scavalcato le barriere, entrando nel rettangolo di gioco. Il direttore di gara a quel punto ha iniziato a correre verso gli spogliatoi, ma è stato raggiunto e colpito ripetutamente con calci e pugni. La loro furia si è conclusa solamente con l'arrivo di due Volanti della Polizia. Gli agenti sono riusciti a riportare la situazione alla calma. Il giovane arbitro ha preferito non farsi accompagnare in ospedale, nonostante le ferite riportate, ed ha lasciato la struttura a bordo della propria auto. Ora si aspettano le decisioni della giustizia sportiva. La sconfitta a tavolino sembra scontata. Probabile anche la squalifica del campo per alcune giornate.

La formazione ospite, ha commentato quanto accaduto con un post sulla propria pagina Facebook.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

L'arbitro convalida il goal, i tifosi invadono il campo e lo picchiano

AnconaToday è in caricamento