rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Jesi

Appropriazione indebita, rinviato al 15 dicembre il processo per l’ex bianconero Tacconi

L’ex portiere della Juventus dovrà rispondere del reato risalente al 2017. Il rinvio dell’udienza prevista per oggi è dipeso dall’astensione dei giudici onorari

E’ stato rinviato al 15 dicembre il processo all’ex portiere della Juventus Stefano Tacconi accusato di appropriazione indebita. Lo slittamento dell’udienza, originariamente prevista per oggi, è dipeso dall’astensione generale dei giudici onorari tra cui il giudice indicato, nella fattispecie dottoressa Alessandra Alessandroni. Avvocato della parte lesa è Giorgio Marchetti.

All’epoca dei fatti, dal 26 giugno 2017 al 29 settembre dello stesso anno, secondo l’accusa il Tacconi per il noleggio di un mezzo a Jesi avrebbe chiesto ed ottenuto una garanzia da altro soggetto. Sanzionato più volte per violazione del codice della strada, circa 3500 euro il totale delle sanzioni accumulate, non avrebbe provveduto al pagamento e per questo è stato denunciato. Inoltre, nella stessa circostanza, non è stato restituito il veicolo alla fine del noleggio (che risultava da saldare anch’esso, ndr) con relative difficoltà per recuperarlo. Nel contratto di noleggio figurava quindi la carta di credito del cliente dell’avvocato Marchetti ma come conducente è sempre stato indicato il Tacconi. Spetterà alla giustizia chiarire il tutto.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Appropriazione indebita, rinviato al 15 dicembre il processo per l’ex bianconero Tacconi

AnconaToday è in caricamento