rotate-mobile
Cronaca Jesi

Lasciato dalla ex si vendica e la denuncia: «Non mi ha ridato le biciclette». Lei finisce in tribunale

Il processo però non è mai iniziato. La giudice dell'udienza preliminare ha prosciolto una 23enne «perché il fatto non sussiste». Al ragazzo aveva scritto di venire a prendersi le sue cose

ANCONA – Un lungo elenco di cose, biciclette, televisioni al plasma, un set di canne da pesca, vestiti, un casco integrale e anche il porto d'armi e la scheda elettorale. Le aveva lasciate a casa della sua ex un innamorato ferito. La ragazza infatti, una 23enne jesina, aveva deciso si lasciarlo. Era ottobre del 2019. I due convivevano nella stessa casa, in un comune dell'hinterlad senigalliese, presa in affitto a nome della giovane, e quando la relazione era finita lui avrebbe lasciato l'appartamento in fretta, lasciando molte cose sue ancora lì, nel vecchio nido d'amore. Dopo alcuni mesi anche la 23enne aveva dovuto lasciare l'immobile perché il contratto di affitto era scaduto e il proprietario voleva l'abitazione indietro. Così avrebbe scritto al suo ex, un coetaneo originario di Senigallia, per avvisarlo e informarlo che stava portando via anche le sue cose che però poteva riavere quando voleva perché le avrebbe messe da parte. L'ex non e avrebbe risposto se non tramite il suo avvocato, accusandola di appropriazione indebita. Il ragazzo l'ha denunciata per questo e la vicenda è finita fino all'udienza preliminare che si è tenuta ieri mattina al tribunale di Ancona. 

La difesa, rappresentata dagli avvocati GiuseppeCutronaBenedettaRosiniGiuseppe Cutrona e BenedettaRosini, ha sostenuto davanti alla giudice Francesca De Palma che la loro assistita non si era appropriata di nulla ma aveva messo via tutte le cose appartenute al suo ex perché lui non lo aveva fatto e la casa la doveva lasciare. Biciclette, tv e tutto il resto erano custodite in attesa che il ragazzo le andasse a prendere. Nel procedimento il giovane si era costituito parte civile con l'avvocato Diego D'Adderio. Chiedeva 3mila euro di risarcimento. La giudice ha prosciolto la 23enne con un non luogo a procedere ritenendo che il fatto non sussiste.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Lasciato dalla ex si vendica e la denuncia: «Non mi ha ridato le biciclette». Lei finisce in tribunale

AnconaToday è in caricamento