Regione: ok a legge su uso farmaci cannabinoidi

Il provvedimento è stato approvato dall'Assemblea legislativa: la scelta terapeutica è affidata ai medici di base nel caso ritengano non ci siano cure alternative

Via libera nelle Marche alla legge regionale sull'uso di farmaci cannabinoidi. Il provvedimento è stato approvato dall'Assemblea legislativa.

La scelta terapeutica è affidata ai medici di base nel caso ritengano non ci siano cure alternative. La somministrazione è effettuata in ambito ospedaliero, mentre in ambito non ospedaliero l'Asur coadiuva gli assistiti nell'acquisizione dei farmaci registrati all'estero per finalità terapeutiche.

Soddisfatto Francesco Comi, presidente della commissione sanità in consiglio regionale, relatore di maggioranza per questa proposta di legge che porta la firma dell'intero gruppo consiliare pd.

Per Comi : ”Si tratta di farmaci, oggi reperibili solo all'estero, che vanno rilasciati dal servizio pubblico solo su motivata richiesta e in assenza di valide alternative terapeutiche”.

“In alcuni casi si sono dimostrati indispensabili: nel trattamento farmacologico della nausea e del vomito in pazienti affetti da neoplasie ed AIDS sottoposti alle cure con farmaci antiblastici e antivirali. Altri usi terapeutici si stanno studiando in sperimentazioni cliniche sull’uomo e riguardano il trattamento dell’asma e del glaucoma; inoltre si sta valutando la loro attività antidepressiva, anticonvulsivante, antispasmodica, antitumorale e come stimolanti dell’appetito” continua il Presidente Comi.

La consigliera Rosalba Ortenzi, prima firmataria, aggiunge che “da oggi la regione Marche fornisce un aiuto concreto alle famiglie che vivono sulla loro pelle malattie che necessitano di queste tipologie di trattamento farmacologico”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento