Trovato morto in un fosso, il cane ha vegliato su di lui tutta la notte

L’anziano era uscito di casa ieri pomeriggio per fare la consueta passeggiata con il cane, ma poi la sera non è rientrato e i familiari hanno dato l'allarme ai carabinieri

Luna, il cane dell'anziano scomparso trovato morto a Torrette

Era uscito con il cane per fare una passeggiata ieri, poi non è più rientrato in casa. Stamattina il tragico ritrovamento da parte dei Carabinieri di Collemarino, che hanno scoperto il corpo di Piero Mozzicafreddo, anconetano di 82 anni, in un fosso, nei pressi del parcheggio del ristorante la Vecchia Pesca, tra Torrette e Posatora, a due passi dalla strada Flaminia. A vegliare sul corpo dell’anziano la sua fidata amica: Luna, un cane da caccia Breton che Piero aveva preso 4 anni fa salvandola dal canile, dove era finita dopo essere stata sequestrata al precedente padrone, che la maltrattava. L’uomo era uscito di casa ieri pomeriggio verso le 14.30. Lo attendevano per le 17.30 ma se ne erano perse le tracce è così sono scattate le ricerche. Che questa matttina si sono concentrate sulla Flaminia dove testimoni hanno detto di averlo visto passeggiare ieri attorno alle 18. Avvistamento segnalato alla famiglia tramite social. Così i militari dorici hanno cominciato a pattugliare quella zona, fino a metà mattinata, quando sono stati richiamati dai lamenti del cane che, a protezione del suo padrone, non voleva far avvicinare neppure i carabinieri. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sul posto è intervenuto il medico legale che, stando ad un prima analisi, ha confermato come l’anziano sia morto per aver sbattuto la testa contro una pietra dopo essere caduto nell’avvallamento. Forse un malore o forse è inciampato. Fatto sta che a fermare il cuore dell’ex portuale, sarebbe stato il trauma alla testa. Non ci sarà bisogno di autopsia e così la salma è stata già affidata alla famiglia. L’82enne era uscito di casa ieri pomeriggio per fare la consueta passeggiata con il cane, da corso Carlo Alberto dove  risiede, passando per via Scrima, piazzale Camerino e il parco Belvedere di Posatora. Che cosa ci facessi lungo la Flaminia a Torrette è ancora un mistero. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid al liceo, studentessa positiva al tampone: classe di 29 alunni in quarantena

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

  • Ubriaco fradicio, tampona una donna: nel sangue un tasso alcolemico spropositato

  • Incendio nella notte, paura in un palazzo del centro: 4 persone in ospedale

  • Party abusivo al porto, in consolle c'era pure il Dj: ora sono guai per il titolare

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento