Anziano picchiato e legato in casa con le cinture, arrestato uno dei rapinatori

L'aggressione è avvenuta in casa dell'anziano. L'uomo è stato picchiato e legato, uno dei presunti rapinatori si trova già in carcere

Foto di repertorio

I carabinieri della Compagnia di Senigallia hanno arrestato un 29enne di origini cubane, domiciliato ad Ancona, accusato di aver commesso una rapina aggravata in un abitazione con un altro uomo.
 
I fatti ricostruiti dai militari risalgono alla sera del 7 agosto quando i due, col volto travisato, sono entrati in casa di un uomo di 77 anni che vive da solo poco fuori dal centro di Senigallia approfittando di una porta rimasta aperta. I malviventi, secondo le indagini, lo hanno colpito più volte per poi immobilizzarlo e mettere a soqquadro la casa in cerca di soldi e gioielli. Dopo aver preso i 350 euro che il pensionato aveva in tasca e vari monili in oro custoditi in camera da letto, i rapinatori hanno legato la vittima al letto con delle cinture e gli hanno coperto la bocca con una sciarpa, per poi darsi alla fuga. Subito dopo il fatto l’uomo è riuscito a liberarsi e a chiamare il 112 per chiedere aiuto ai Carabinieri. Le indagini, in collaborazione con il Nucleo Operativo e Radiomobile, hanno dato nome e volto a uno dei due in meno di dieci giorni. Ad incastrarlo sono state alcune impronte digitali trovate nell’abitazione dal Nucleo investigativo del Comando provinciale di Ancona, insieme all’analisi dei suoi tabulati telefonici che lo localizzano a Senigallia proprio nell’orario della rapina. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Sulla base di questi elementi il GIP del Tribunale di Ancona ha emesso una ordinanza di custodia cautelare in carcere. I carabinieri si sono quindi recati in casa del giovane cubano, dove hanno rinvenuto parte della refurtiva. Il 29enne ora si trova a Montacuto, mentre proseguono intanto le indagini dei carabinieri per scoprire l’identità del suo complice.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Denti ingialliti, come risolvere il problema rapidamente e senza igienista

  • Abusi sessuali su un'alunna, maestro allontanato dalla scuola: la verità nei suoi diari

  • Schianto con il camper, Luca non ce l'ha fatta: è morto dopo 5 giorni di agonia

  • Dagli show al semaforo, al grattino da 300mila euro: la sliding door di Tiziano

  • Meteo, l'autunno irrompe sulle Marche: in arrivo temporali e crollano le temperature

  • Sconfitta dal Marina alla prima di campionato, l'Anconitana è già una delusione

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento