Ragazzino investito, si è presentato alla Polizia il conducente della Panda rossa

Ora i poliziotti stanno valutando l'ipotesi di omissione di soccorso dopo aver raccolto la versione del presunto pirata

Si è presentato di sua spontanea volontà alla Polizia di Senigallia l’uomo che 4 giorni fa aveva investito un ragazzino in via Paolucci ad Ancona. C’era lui al volante di quella Panda Rossa ricercata dalla Polizia Stradale dal momento del fatto. Dunque l’uomo si è presentato il giorno dopo agli agenti di polizia come il conducente di quella macchina che, intorno alle 18,20 di mercoledì, aveva toccato il 14enne di Ancona di ritorno da una partita di calcio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ora i poliziotti stanno valutando l’ipotesi di omissione di soccorso dopo aver raccolto la versione del presunto pirata. Secondo quanto ricostruito mercoledì, l’auto ha colpito il giovane ad una gamba mandandolo a terra. Il conducente è sceso da mezzo e quando ha visto il minore non era grave se ne sarebbe andato senza troppi complimenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma familiare, mamma e papà ricoverati: bimbo di 5 anni resta completamente solo

  • Coronavirus, facciamo chiarezza: quali sono i sintomi e come si trasmette

  • Contagi nelle Marche, trend in aumento: ad Ascoli si fanno più tamponi

  • Il Coronavirus blocca anche il paradiso: Italo, il "survivor" solitario che vive di pesca e cocco

  • Una passeggiata da 400 euro, primo pedone "fuori quartiere" multato dalla polizia

  • Il rubinetto diventa flussimetro per respiratori, l'invenzione dei cardiologi in un tutorial

Torna su
AnconaToday è in caricamento