Umiliato e segregato in casa, anziano non vedente salvato dalla sua aguzzina

A finire nei guai una donna di 48 anni, residente a Senigallia, ritenuta responsabile di estorsione e maltrattamenti di alcuni anziani portatori di handicap

Foto di repertorio

RIMINI - Una donna di 48 anni, svizzera ma residente a Senigallia, è stata arrestata dai carabinieri di Riccione con l'accusa di estorsione e maltrattamenti nei confronti di anziani portatori di handicap. 

La prima parte dell’attività investigativa, condotta dal sostituto procuratore Davide Ercolani, ha riguardato i reati di maltrattamenti commessi ai danni di un 80enne non vedente, residente a Riccione, e nei confronti di una 83enne. Successivamente un secondo sviluppo investigativo si è soffermato su episodi estorsivi commessi ai danni di un imprenditore marchigiano, anch’egli disabile. Le indagini sono iniziate nel dicembre del 2019, quando i militari hanno ricevuto una segnalazione da parte della Polizia locale, secondo la quale presso un’abitazione di Riccione, una persona di età avanzata e non vedente dalla nascita, viveva sostanzialmente segregata, ridotto in una stato di costrizione e disagio da parte di una donna.

CONTINUA A LEGGERE LA NOTIZIA SU RIMINITODAY

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento