rotate-mobile
Cronaca

«Pronto siamo i carabinieri, suo marito ha avuto un incidente». Anziana derubata dei soldi e delle fedi nuziali

E' una delle truffe che ha portato a processo due napoletani al tribunale di Ancona. Uno si è finto poliziotto per farsi pagare una finta cauzione per feriti mai esistiti  

ANCONA – Ad una donna hanno dato da intendere che il marito aveva avuto un incidente ed era nei guai. Ad un'altra che il figlio sarebbe stato arrestato se non pagava subito la cauzione. Vittime due anziane che hanno più di 80 anni. Ad approfittare di loro, mettendo in scena la truffa del finto poliziotto e del finto carabiniere, sono stati due napoletani, uno di 61 anni e l'altro di 46 anni. Avrebbero derubato le due donne di monili d'oro e denaro per svariate migliaia di euro. Entrambe le anziane però hanno sporto denuncia e i due malfattori ora sono finiti a processo per truffa aggravata in concorso. Gli episodi del procedimento penale che si è aperto oggi in tribunale, ad Ancona, davanti al giudice Corrado Ascoli, sono accaduti il 19 settembre del 2018, a Camerano, a poche ore di distanza l'uno dall'altro. Il primo, che vede imputato solo il 61enne, difeso dall'avvocato Francesco Conti, in concorso con un altro mai identificato, ha visto in atto la truffa del finto carabiniere. Il napoletano sarebbe andato a casa di una 83enne per avvisarla che il marito aveva avuto un incidente stradale e che per non farlo incorrere in guai penali avrebbe dovuto pagare una somma consistente.

La donna, presa dal panico, avrebbe consegnato a quell'uomo in divisa, anelli, collane e anche le due fedi nuziali oltre a 500 euro in contanti. Per il secondo episodio il 61enne era imputato con un 46enne ma ha già affrontato un processo e il procedimento di oggi è solo per il complice. Quest'utlimo avrebbe telefonato ad una 86enne spacciandosi per un poliziotto e dicendo alla donna che il figlio aveva avuto un incidente stradale dove aveva causato dei feriti. Per evitare che lo arrestassero c'era bisogno di pagare una cauzione e anche in questo caso l'anziana ha consegnato denaro e oro, al complice del 46enne, il 61enne. Il processo entrerà nel vivo il 15 maggio quando verranno sentiti i primi testi dell'accusa. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Pronto siamo i carabinieri, suo marito ha avuto un incidente». Anziana derubata dei soldi e delle fedi nuziali

AnconaToday è in caricamento