Entra in casa di due anziani con un coltello: «Mi inseguono per uccidermi»

Un 54enne era convito di essere inseguito da fantomatiche persone e si è introdotto nella casa di due anziani coniugi

Ha lasciato l’auto a bordo strada, ha superato un campo coltivato e poi si è introdotto in casa di due anziani coniugi. Era armato di coltello ma non ha minacciato i padroni di casa. Anzi, il 54enne protagonista di questo episodio ha chiesto loro aiuto. Asseriva di essere inseguito da persone che lo volevano uccidere e chiedeva un rifugio. Tutto è successo nella tarda serata di ieri in località Borgo Tufico.

In realtà non c’era nessuno e i fantomatici inseguitori erano solo nella sua testa. Ci hanno pensato i carabinieri del Norm di Fabriano e delle stazioni di Genga e Cerreto d’Esi a occuparsi di lui. Lo hanno tranquillizzato e avvicinato. Poi lo hanno convito a farsi accompagnare al pronto soccorso dell’ospedale di Fabriano per accertamenti medici. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Marche di nuovo in zona gialla? Acquaroli ci spera: «La curva sta scendendo»

  • Lutto in Comune, morta a 45 anni la dipendente Patrizia Filippetti

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Pauroso incidente a Sappanico, dell'auto rimane solo la carcassa

  • «Democrazia sospesa dai Dpcm, ora querele contro chi li applica: polizia e sindaci»

Torna su
AnconaToday è in caricamento