menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Anziana muore dopo il ricovero all'Inrca, la figlia presenta un esposto

Nell’esposto presentato dalla figlia in particolare si fa riferimento al progressivo deperimento della paziente, alla quale sarebbe stato imposto un sostanziale digiuno durante esami e cure

Donna di 93 anni muore all’Inrca e la figlia presenta un esposto alla Procura. E’ quanto accaduto oggi dopo il decesso di Virginia Alocco, 93 anni, ex cuoca nell'omonimo ristorante di Offagna. L’anziana era ricoverata all'Inrca di Ancona il 17 ottobre scorso per un'ostruzione alle vie biliari ed è deceduta il 4 novembre. Ma secondo i familiari, rappresentati dall’avvocato Federica Battistoni, ci sarebbero dei dubbi sulle cause del decesso della donna. Nell’esposto in particolare si fa riferimento al progressivo deperimento della paziente, alla quale sarebbe stato imposto un sostanziale digiuno durante esami e cure. Il pm Rosario Lioniello non ha chiesto l'autopsia ma vuole vederci chiaro  e così ha già chiesto l’acquisizione della cartella clinica.

Durante il ricovero, l'anziana sarebbe stata sottoposta ad un'angiografia e le sarebbero stati somministrati vari farmci tra cui degli antibiotici. L'ostruzione alle vie biliari sembrava superata, ma poi le condizioni della donna sono progressivamente peggiorate. Dopo il primo Novembre la 93enne è entrata in coma e all’alba di ieri è morta. Sarà ora compito della Procura fare luce sulla vicenda.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Ancona millenaria va in tv: la storia della "dorica" in prima serata

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

AnconaToday è in caricamento