rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca

Il virologo Silvestri: «Avvio lento su monoclonali, anticorpi usati anche ad Ancona»

Lo spiega all'Adnkronos Salute il virologo Guido Silvestri, docente alla Emory Università di Atlanta, facendo il punto sull'avvio della somministrazione di questi farmaci hi-tech nel nostro Paese

«In Italia sugli anticorpi monoclonali contro Covid-19 purtroppo c'è stata una partenza lenta, ma ora si sta recuperando il terreno perduto. Direi che dopo i ritardi iniziali le cose stanno andando piuttosto bene, e percepisco molto entusiasmo tra i medici italiani che li stanno usando». Lo spiega all'Adnkronos Salute il virologo Guido Silvestri, docente alla Emory Università di Atlanta, facendo il punto sull'avvio della somministrazione di questi farmaci hi-tech nel nostro Paese. Per il via libera dell'Aifa all'impiego dei monoclonali anti-Covid, arrivato a inizio febbraio con l'autorizzazione all'uso dei prodotti di Eli Lilly e Regeneron, lo scienziato italiano in forze negli Usa si è a lungo battuto. E ora traccia un bilancio positivo.

«Gli anticorpi adesso - sottolinea Silvestri, cresciuto a Senigallia -  sono usati in varie Regioni e centri italiani, a partire da Lazio, Veneto, Toscana, Campania, Sicilia e nelle mie stesse Marche, dove la carica è guidata dai centri di Pesaro e Ancona» 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il virologo Silvestri: «Avvio lento su monoclonali, anticorpi usati anche ad Ancona»

AnconaToday è in caricamento