Commercio: negozi aperti fino a mezzanotte, ma la città non risponde allo shopping

Lo spirito dell'iniziativa non era quello di organizzare una serata solo "per fare cassa", però i commercianti che sono rimasti aperti si aspettavano qualcosa di più. Così non è stato

Negozi aperti fino a mezzanotte venerdì sera nel centro anconetano. Il risultato? Né più né meno di un qualsiasi venerdì sera di mezza stagione. Insomma la serata non è decollata. E' anche vero che le aspettative non erano altissime  perchè quella del primo giorno del weekend è stata un'iniziativa sponsorizzata da Confesercenti per dare un'anteprima di quello che, sabato alle 21:00, sarà l'evento in grande stile: Il Gran Defilé al Passetto di Ancona. Fatto sta che venerdì sera ci sono state delle iniziative che avrebbero dovuto richiamare gli anconetani a popolare il centro storico dorico. Lungo corso Garibaldi e corso Mazzini si sono esibiti alcuni musicisti e cantanti che hanno offerto musica dal vivo per tutta la serata. All'inizio di corso Mazzini, a fianco dell'ingresso del negozio Zara, un angolo dedicato ai più piccini con alcuni giochi. Inoltre, con partenza di fronte alla fontana della Tredici Cannelle, ha preso il via un servizio fotografico itinerante, con modelle e modelli che sono stati immortalati dagli obiettivi di Cristiano Belfiore, Luca Pasquini e Giovanni Ghiandoni.

IMG_1777-2Ma tutto questo non è bastato a dare vita al centro. “Mi aspettavo di più – ha detto Giulia Gavetti, dello storico negozio di piazza Roma – Mi aspettavo più adesione da parte dei commercianti che in questo momento dovrebbero dare un segnale per ridare slancio al centro storico di Ancona. Spero che la notte bianca sia un'altra storia”.

Dispiaciuto anche Giancarlo Gioacchini di Confesercenti: “Non hanno aderito tantissimi commercianti . Pensavo di più perchè sarebbe stato un segnale per rivalutare il centro. Il termine di paragone sono le buste che viaggiano e non ne vedo tante. Comunque quello che vogliamo fare stasera è dare un segnale con la speranza che si possa sempre migliorare".

“Era prevedibile – ha detto Renzo Ragnetti – Questa sera è stata fatta solo per un motivo di logica e non per avere riscontri. Si è fatta perchè domani sera c'è la sfilata e, per non distribuire le forze nella stessa serata, abbiamo deciso di tenere aperto stasera per domani. Non pensiamo certo al cassetto. Insomma eravamo consapevoli che il riscontro non ci sarebbe stato. Comunque si deve tenere conto del fatto che la serata è stata gestita in proprio". Si perchè la serata è stata interamente organizzata dai commercianti con investimenti di tasca propria. Nessun soldo pubblico.

Nella stesa giornata di ieri è stato anche presentato una new entry per lo shopping anconetano perchè, nella rinomata boutique Gisa è stato allestito un angolo interamente dedicato ad un delle griffe più conosciute al mondo: Christian Dior. Abiti, accessori e oggettistica targati col nome dello stilista francese che, da venerdì, saranno un menù fisso di casa Gisa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Il nuovo Dpcm arriva il 3 dicembre, limitazioni tra regioni e raccomandazioni per il Natale

  • Marche di nuovo in zona gialla, Acquaroli: «C'è la conferma del ministro Speranza»

  • Blitz in via 25 Aprile, Carabinieri e Polizia in massa blindano la strada: 4 arresti

  • Vitamina D: perché è importante, dove trovarla e come accorgersi di una carenza

  • Sette furti, poi l'inseguimento da Polverigi ad Ancona: chi sono gli arrestati di via 25 Aprile

  • Dramma nella notte, Yasmine muore a soli 20 anni: il cordoglio da tutta la città

Torna su
AnconaToday è in caricamento