rotate-mobile
Lunedì, 6 Dicembre 2021
Cronaca Pietralacroce / Strada Vecchia di Pietralacroce

Antenna Pietralacroce, determina del Comune: «L’impianto è illegittimo»

La soddisfazione del Lions Club Ancona Host, che aveva avviato le procedure per l'annullamento con l'avvocato Patrizia Niccolaini

Il Lions Club Ancona Host comunica l’avvenuto annullamento d’ufficio del silenzio-assenso all’installazione della Stazione Radio Base SRB Telefonia situata nel Comune di Ancona, in via Strada Vecchia di Pietralacroce. «La procedura di annullamento è stata avviata in seguito all’istanza presentata dall’avvocato Patrizia Niccolaini, vice presidente Lions Club Ancona Host - spiega il Lions in una nota- su iniziativa del responsabile dei Service, Michele Menghini, e con il pieno appoggio del Presidente Stefano Gregori, a tutela dell’Osservatorio Astronomico “Paolo Senigalliesi” e del Comitato di protesta costituito dai residenti della zona».«L’azienda ILIAD, forte della fattispecie del silenzio-assenso da parte dell’Amministrazione Comunale di Ancona, ha dato esecuzione all’opera di
installazione dell’antenna, suscitando le proteste dei residenti e dell’Osservatorio Astronomico “Paolo Senigalliesi” che ha visto irrimediabilmente compromessa la sua attività di studio di rilevanza internazionale- continua la nota- l’iniziale progetto della società Iliad, inoltre, non prevedeva l’installazione di una fonte luminosa di segnalazione della presenza della SRB per il traffico aereo, così come successivamente richiesto dall’ENAC (Ente Nazionale per l’Aviazione Civile). Questa prescrizione dell’ENAC implica una modifica dell’impianto, dal punto di vista della luminescenza, che comporta una nuova valutazione da parte dell’Amministrazione e che invaliderebbe il silenzio assenso precedentemente maturato. 

La determina

Il Lions allega anche il testo della determina comunale, pubblicata sull'Albo Pretorio: «Con Determinazione n.2127 del 13.11.2020 il Comune di Ancona stabilisce l’ “annullamento d’ufficio del provvedimento amministrativo maturato con la fattispecie del silenzio-assenso in quanto l’impianto risulta essere illegittimo ai sensi della Legge Regionale Marche 24 luglio 2002, n 10 recante Misure urgenti in materia di risparmio energetico e contenimento dell’inquinamento luminoso, con particolare riferimento all’accertamento che l’installazione dell’impianto, comprensivo dei dispositivi obbligatori prescritti dall’ENAC, è lesivo dei diritti di terzi e dell’interesse pubblico al mantenimento dell’Attività dell’Osservatorio AMA” e “dispone l’eliminazione dell’ostacolo, così come ad oggi costituito dal manufatto che ospita la SRB Telefonia Iliad, in modo tale che lo stesso, per dimensioni, non costituisca ostacolo al campo visivo del cielo sopra la linea dell’orizzonte, al fine di salvaguardare l’attività dell’Osservatorio». 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Antenna Pietralacroce, determina del Comune: «L’impianto è illegittimo»

AnconaToday è in caricamento