Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca

Manda un sms ad un parente annunciando il suicidio, salvato dalla Polizia

I poliziotti sono arrivati subito, hanno bussato all'appartamento dell'uomo e hanno trovato una risposta. Per cui hanno cominciato a parlare col potenziale suicida, disperato a causa di una separazione coniugale difficile da superare

Aveva spento tutte le luci di casa, sul tavolo della cucina c’era solo una piccola torcia accesa che illuminava alcuni antidepressivi e tranquillanti, vicino una bottiglia di alcool etilico, un grosso taglierino e un accendino. E’ la scena a cui hanno assistito gli agenti delle Volanti della Polizia, dirette dal vice questore Cinzia Nicolini e dal vice Franco Pechini, ieri sera poco prima della mezzanotte, quando sono intervenuti a casa di un uomo di 46 anni che, poco prima, aveva mandato un sms ad un parente: «Ho deciso, la faccio finita».

Ma per fortuna i poliziotti sono arrivati subito, hanno bussato all'appartamento dell'uomo e hanno trovato una risposta. Per cui hanno cominciato a parlare col potenziale suicida, disperato a causa di una separazione coniugale difficile da superare. Alla fine gli agenti sono riusciti a farsi aprire la porta e mentre gli operatori del 118 prestavano soccorso al 46enne, gli agenti trovavano la casa senza luce. C’era solo quella torcia e quelle pillole che, per fortuna, non sono state usate.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Manda un sms ad un parente annunciando il suicidio, salvato dalla Polizia

AnconaToday è in caricamento