rotate-mobile
Martedì, 25 Giugno 2024
Cronaca

Andreea, tra spostamenti e messaggi cancellati: chi dice la verità? Simone: «Pianificavamo una vita insieme»

Gli investigatori sono sicuri. Da quei cellulari emergerà la verità sulla scomparsa di Andreea Rabciuc. Intanto, a fianco dei carabinieri, prosegue l'attività di indagine difensiva del consulente Andrea Ariola

MONTECAROTTO - «Avevamo trovato una casa a Castelplanio da prendere in affitto, con lei progettavamo un futuro insieme». A dirlo è il fidanzato di Andreea Rabciuc, il 43enne Simone Gresti. Nonostante i continui litigi e gli allontanamenti (l'ultimo in ordine di tempo quello durante la cena di Natale), secondo Gresti i due stavano pianificando qualcosa di importante. Un tetto da condividere per un nuovo inizio. Il 43enne aveva investito migliaia di euro per conseguire la patente da camionista e voleva tornare a lavorare dopo i mesi di disoccupazione. A quel punto avrebbe potuto permettersi una vita con Andreea, da soli, senza la presenza dei suoi genitori. «Ormai è tutto finito, da solo non ha senso andare. La casa l'avevo fatta vedere anche alla mamma, ma ora ho lasciato perdere. Volevo lasciare i miei genitori liberi ed andare a vivere con lei, l'accordo con l'agenzia immobiliare era praticamente fatto».

Le indagini

Proseguono le attività della procura, con il consulente Luca Russo che sta setacciando i cellulari sequestrati al gruppo di ragazzi presenti durante quella serata nel casolare di via Montecarottese. La verità, secondo gli inquirenti, sarebbe nascosta proprio in quei dispositivi. Le analisi degli smartphone permetteranno agli investigatori di ricostruire gli ultimi giorni di Andreea, tra possibili contatti con persone fuori dalla sua cerchia e messaggi cancellati. Parallelamente continuano ad arrivare segnalazioni di presunti avvistamenti avvenuti in varie parti d'Italia. Di tutto questo sono stati avvisati i carabinieri che stanno provvedendo a verificare l'attendibilità delle stesse. 

Andreea era ancora fidanzata con Simone?

Lo abbiamo scritto sopra. Simone ha raccontato di aver pensato ad un futuro con Andreea e per questo aveva deciso di affittare un appartamento per iniziare una convivenza con la propria fidanzata. Niente di anomalo direte. E' invece convinto del contrario Daniele Albanesi, ex fidanzato di Andreea, intervenuto ai microfoni di Chi l'ha visto? «Lei non stava più con Simone da tempo, poi che ci girava insieme è un altro discorso. Andreea raccontava in giro ed ai suoi amici che era single». Altri elementi che si vanno ad aggiungere ad un giallo sempre più intricato. Sempre Daniele conferma poi l'appuntamento con l'ex la mattina della scomparsa: «Ci eravamo dati appuntamento a sabato mattina, lei mi aveva detto di voler passare un ultima sera con Simone e che l'indomani ci saremo visti, liberi di fare ciò che volevamo». Un racconto che stride con quanto raccolto dalla trasmissione televisiva, secondo cui Andreea quella mattina sarebbe dovuta tornare a casa e non incontrare Daniele.

Le indagini difensive, cosa sono?

«Cerchiamo la verità, non la verità processuale». Continuano a ribadirlo l'avvocato Emanuele Giuliani ed il consulente nominato dalla difesa Andrea Ariola, titolare dell'agenzia Servizi Investigativi. L'obiettivo? Trovare Andreea Rabciuc. Ariola sta coordinando le attività di indagine difensive, cercando di carpire ogni elemento utile che possa ricondurre alla ragazza, scomparsa nel nulla da più di 50 giorni. Il legale di Simone Gresti ha scelto proprio il team guidato da Ariola per affiancare i carabinieri nelle ricerche di Andreea. Le indagini difensive rappresentano infatti una risorsa importantissima per l'avvocato, grazie alle quali portare elementi di prova a favore del proprio assistito (legge 397/2000). Trovare Andreea significherebbe fugare ogni dubbio sulle responsabilità di Simone Gresti, ad oggi unico indagato per sequestro di persona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Andreea, tra spostamenti e messaggi cancellati: chi dice la verità? Simone: «Pianificavamo una vita insieme»

AnconaToday è in caricamento