Domenica, 14 Luglio 2024
Cronaca Jesi

Casolare al setaccio, oltre 7 ore di ricerche con cani e reparti speciali: le attività proseguono anche in serata

Casolare risvoltato dalle prime ore di questa mattina. Utilizzati reparti speciali dei carabinieri e l'unità cinofila. Presenti il pm Irene Bilotta, il legale di Simone Gresti ed i periti nominati da procura e difesa

MONTECAROTTO - La verità sulla scomparsa di Andreea Rabciuc continua a nascondersi, ancora, nei racconti dei protagonisti di questa assurda vicenda. Dopo l'interrogatorio di mercoledì mattina, nelle ultime ore le indagini hanno subito un'accelerata improvvisa che, nella giornata di oggi, ha portato inquirenti ed investigatori proprio all'interno del casolare di via Montecarottese. L'operazione, alla presenza del pm Irene Bilotta, dell'avvocato Emanuele Giuliani, legale di Simone Gresti, oltre ai consulenti tecnici nominati da procura e difesa, ha coinvolto alcuni reparti speciali dei carabinieri. Presente l'unità SIS (Sezioni investigazioni scientifiche) e l'unità cinofila, con il cane molecolare che ha setacciato per ore l'intera area. Ancora assenti invece i vigili del fuoco (con i sommozzatori) e la protezione civile, attivi invece nei primi giorni di ricerca.

Il sopralluogo nel casolare - IL VIDEO

I carabinieri sono entrati all'interno del casolare, inagibile dopo il terremoto, nella roulotte e nel casotto posto all'interno della proprietà. Con i militari anche il consulente della difesa Andrea Ariola, titolare dell'Agenzia Investigativa di Ancona, che darà supporto in questa delicata fase delle indagini. Sarebbero state raccolte alcune prove, definite dallo stessio Ariola «importanti». Controllato anche il terreno contiguo al casolare, dove sono stati posti degli accertamenti per verificare eventuali scavi realizzati di recente. Di Andreea però nessuna traccia. Le ricerche sono proseguite per circa 7 ore, scandite dai riposi forzati del cane molecolare e dalle testimonianze dei presenti, tra tutti l'avvocato di Simone Gresti, Emanuele Giuliani. Il legale ha confermato quanto detto nella giornata di ieri, sicuro che il suo assistito sia completamente estraneo alla vicenda: «Simone sta bene e sta continuando a lavorare. E' chiaro che giorno dopo giorno la sua preoccupazione per Andreea stia crescendo. Noi siamo a totale disposizione della magistratura e, come loro, stiamo cercando la verità. L'unico rimorso di Simone è quello di non averla trattenuta dopo averla vista allontanarsi. In precedenza lo aveva fatto ma quella sera ha deciso, forse per stanchezza, di lasciarla andare». L'avvocato ha poi confermato un aspetto molto importante. Simone quella notte si è allontanato con Aurora, l'altra ragazza presente alla festa, salendo in macchina in direzione di Jesi. Simone è stato fuori per circa un'ora, secondo il suo racconto per acquistare alcune birre in città. Non trovando nulla è poi tornato al casolare, dove Andreea sarebbe stata ancora presente.

Le ricerche di Andreea nel casolare - LE IMMAGINI

Il pm Irene Bilotta è uscita dal casale attorno le 16.30. Il magistrato non ha voluto rilasciare dichiarazioni limitandosi ad un «non abbiamo ancora finito». Finiti gli accertamenti nell'area i carabinieri, con l'unità cinofila, si sono concentrati sui mezzi sequestrati a Simone Gresti, ovvero l'auto di proprietà e quella dei genitori. Nelle prossime ore sarà di nuovo coinvolto il consulente della difesa Andrea Ariola, che utilizzerà i droni per mappare l'area ed individuare nuovi elementi utili alle indagini. Questa sera gli investigatori hanno di nuovo fatto visita al casolare accompagnati dall'avvocato Giuliani. I carabinieri hanno utilizzato il luminol nell'area già setacciata in giornata. Secondo quanto filtra, per ora, non sarebbero emersi elementi rilevanti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Casolare al setaccio, oltre 7 ore di ricerche con cani e reparti speciali: le attività proseguono anche in serata
AnconaToday è in caricamento