rotate-mobile
Martedì, 29 Novembre 2022
Cronaca

Violenza sessuale all'ex moglie anconetana, arrestato latitante in Francia

Si nascondeva in Francia il 35enne ricercato dalla Squadra Mobile di Ancona. Una vecchia conoscenza: era già stato in carcere a gennaio 2015 per il tentato omicidio del cugino

Da marzo era in Francia. E.G., tunisino di 35 anni, si era rifiugiato là per evitare l'arresto per reati che vanno dalla violenza sessuale ai maltrattamenti in famiglia e atti persecutori ai danni dell'ex moglie, un'anconetana di 33 anni, e dei suoi tre figli. La sezione Catturandi della Questura di Ancona lo ha rintracciato a Marsiglia dove è stato arrestato dalla Gendarmeria francese e consegnato alla Polizia di Frontiera a Ventimiglia. Ora si trova nel carcere di Montacuto. Una vecchia conoscenza della polizia dorica. E.G. era già stato arrestato a gennaio 2015 per aver aggredito a colpi di mazza da baseball e coltello, assieme ad un complice, il cugino F.G. Il motivo? L'anconetana, dopo aver lasciato E.G. si era messa con il cugino. L'uomo però la maltrattava e faceva altrettanto con i suoi figli. 

Come poi è stato accertato dagli inquirenti tra i due cugini c'erano anche dissidi legati allo spaccio di droga. Arrestato a gennaio, E.G. venne scarcerato ad agosto per andare ai domiciliari. Dove? A casa del suo ex nucleo familiare dal quale nel frattempo il cugino era stato allontanato su ordine del Tribunale dei Minori. Al pari del parente però, l'uomo aveva iniziato a maltrattare la ex tanto da indurre il Tribunale minorile a un nuovo allontamento. Nonostante tutto E.G. ha continuato le sue persecuzioni: telefonate minatorie, intrusioni forzate in casa, percosse, pretese indebite di denaro e di prestazioni sessuali. Fino allo scorso marzo quando il tunisino si è dato alla latitanza per evitare di finire nuovamente dietro le sbarre. Si era rifugiato a Marsiglia da alcuni amici connazionali. Preso dalla polizia francese, è stato portato a Ventimiglia e consegnato alla polizia italiana. Sul confine anche gli uomini della Squadra Mobile di Ancona per accompagnare il tunisino a Montacuto. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenza sessuale all'ex moglie anconetana, arrestato latitante in Francia

AnconaToday è in caricamento