Domenica, 21 Luglio 2024
Cronaca Centro storico / Via degli Orefici

Massacrato dal coetaneo, finisce in ospedale: incastrato l'aggressore

La polizia ha individuato l'aggressore e per lui è scattata la denuncia per lesioni. Il pestaggio è avvenuto venerdì sera

ANCONA - Sono state le telecamere di sorveglianza ad incastrare il ragazzo che venerdì sera ha aggredito prendendo a calci e pugni un suo coetaneo in via degli Orefici. La vittima si è procurato una frattura ad un dito della mano finendo all'ospedale con una prognosi di 30 giorni. Quella che sembrava una normale chiacchierata si è trasformato in un brutale pestaggio. 

Infatti, è bastata una parola di troppo per far scattare l’ira dell’aggressore. Ha iniziato a prenderlo a pugni e schiaffi e ha continuato anche in via degli Orefici dove la vittima era scappato per cercare di sfuggire ai colpi. Qui, una volta raggiunto, il giovane è stato buttato a terra e l’aggressore ha continuato il pestaggio con pugni e calci anche alla testa. 

I poliziotti della Questura, dopo un’attenta analisi dei video registrati dal sistema presente in piazza e l’ascolto di alcuni testimoni, sono riusciti a ricostruire la dinamica dei fatti, confrontandola con quanto raccontato dalla vittima in questura al momento della denuncia. Così l'aggressore è stato individuato e denunciato per lesioni. Il questore Cesare Capocasa inoltre ha firmato nei suoi confronti un provvedimento di Daspo Urbano per le vie intorno a piazza del Papa. «Assicurare l’ordine e la sicurezza pubblica - aggiunge il questore - nei luoghi del vivere quotidiano, nelle piazze e nei quartieri, preservare la comunità da eventi violenti è la missione della Polizia di Stato».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Massacrato dal coetaneo, finisce in ospedale: incastrato l'aggressore
AnconaToday è in caricamento