Il quartiere dimenticato tra le buche: «La sindaca del mondo ci ha abbandonato»

Chiamarle buche è riduttivo

una buca in via Di Vittorio

L’asfalto ha lasciato il posto al brecciolino, le macchine di passaggio sollevano la polvere e rischiano il pit-stop dal meccanico per sostituire ammortizzatori o sospensioni. La via in questione è via Giuseppe di Vittorio, zona Baraccola, che almeno nella sua parte più vecchia somiglia sempre di più a un cratere lunare. Diverse le segnalazioni arrivate in redazione che documentano i resti di quella che una volta era una strada e il sopralluogo di martedì mattina (GUARDA IL VIDEO) ha confermato il tutto. L’asfalto colabrodo non riguarda solo via di Vittorio, ma anche le vie limitrofe tra cui via Grandi e via Domenico Spadoni. Le buche, impossibili da contare, mettono a repentaglio non solo le parti meccaniche degli autoveicoli ma anche la sicurezza di chi va in scooter, visto che in alcuni crateri lo pneumatico scompare per buona parte della sua altezza.

«Marciapiedi pagati da noi»

Tra le varie voci raccolti c’è quella di Maurizio Piloni: «E’ uno schifo, qui non si asfalta mai e la nostra zona è sempre esclusa dal rifacimento degli asfalti, i marciapiedi sono divelti e alcuni li abbiamo sistemati noi di tasca nostra. Io ho fatto delle foto e le ho fatte arrivare anche al Comune, la sindaca è stata eletta “sindaca del mondo” però non mi pare che si interessi molto dei suoi concittadini». C'è anche chi deve spingere ogni giorno la carrozzina del figlio disabile e sostiene di riuscire a farlo solo con immane fatica. Situazione simile lungo la vicina via Domenico Spadoni, che passa davanti al campo sportivo Don Orione e collega diverse aziende del quartiere. I residenti segnalano che interventi ne sono stati fatti, ma solo superficiali. Sistemazione definitiva? Pare proprio che si dovrà aspettare ancora. 

All'orizzonte soluzioni temporanee

«Dobbiamo asfaltare oltre 500 km e sono tanti – ha commentato l’assessore comunale alle manutenzioni Stefano Foresi - al momento non è previsto l’intervento in quella zona. Quello che posso promettere è che appena le temperature saranno un po' più alte procederemo con un’asfaltatura a caldo per chiudere le buche e vedremo di intervenire in qualche modo. Per questo tipo di intervento in quella zona abbiamo già alcune vie delineate». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...


 

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Ancona usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Raffica di esplosioni, poi le fiamme altissime: maxi incendio nel porto di Ancona

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Incendio porto, in città non si respira: Comune chiude scuole e parchi

  • Coppia scatenata, sesso in pubblico: i passanti riprendono tutto col cellulare

  • «Non c'erano sostanze tossiche», ma la Mancinelli non si fida e corre ai ripari

  • Notte d'inferno al porto, la lunga lotta contro l'incendio che ha devastato l'ex Tubimar

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento