Accovacciata in macchina per fuggire dai domiciliari: «Ero stufa di stare a casa»

La donna doveva scontare una pena per lo spaccio di droga, è stata sorpresa dagli agenti delle Volanti. Denunciato il conducente della macchina

foto di repertorio

Quando i poliziotti l’hanno sorpresa accovacciata sulla Fiat Punto guidata da un amico, lei non ha accampato scuse: «Ero stufa di stare a casa» ha detto la 52enne arrestata nuovamente in via Cristoforo Colombo dopo essere evasa dagli arresti domiciliari, pena che stava scontando per spaccio di droga. Gli agenti della squadra volanti stavano pattugliando al zona del Piano durante un normale servizio di controllo del territorio quando hanno notato lo strano atteggiamento del conducente della Punto, che si immetteva in strade secondarie del quartiere con manovre improvvise.

I poliziotti hanno deciso di seguire la vettura per poi fermarla lungo via Cristoforo Colombo, trovando la donna accovacciata sul lato passeggero. La 52enne era giù conosciuta alle forze dell’ordine, risultava ai domiciliari da cui lei stessa ha ammesso di essere fuggita. Quel viaggio non avrebbe avuto una destinazione specifica, ma il solo scopo di far provare alla donna l’ebbrezza dell’evasione. Denunciato per favoreggiamento il conducente dell’automobile.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • «Tutto esaurito, clienti felici e niente multa»: chef Luana fa il sold out e stasera si replica

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

Torna su
AnconaToday è in caricamento