Via Conca, il "campeggiatore" abusivo ci ricasca: per il 32enne scattate le manette

L'uomo, denunciato perchè trovato abusivamente all'interno di un camper, è stato nuovamente sorpreso mentre "alloggiava" dentro al veicolo. Il suo avvocato ha chiesto il rito abbreviato, subordinato da una perizia psichiatrica. Ma il 32enne si è rifiutato

ANCONA - Dopo la denuncia della Polizia che domenica mattina lo aveva sorpreso dentro un camper in via Conca, nella serata di ieri l'uomo è stato nuovamente pizzicato all'interno del mezzo. Scattate le manette, il suo avvocato ha chiesto il rito abbreviato, subordinato da una perizia psichiatrica, ottenendo però il rifiuto del suo cliente.

Il cittadino francese, di 32 anni, in Italia senza fissa dimora e senza impiego, non ha avuto alcun ripensamento, ed uscito dalla Questura si è diretto al suo “Campeggio”. Saltato il muro di recinzione è nuovamente entrato nell’abitazione dell’ignaro anconetano. Per tutto il giorno e il pomeriggio il trentaduenne si è guardato bene dal fare rumori o farsi veder nel giardino, rimanendo dentro il caravan, nonostante l’afa e la calura estiva.

All’imbrunire, invece, confortato anche dal buio, il cittadino francese ha aperto di soppiatto la porta del camper, scostando le tendine degli oblò. In quel momento il proprietario del veicolo nonché dell’abitazione ha notato delle luci fioche provenire dalla sua proprietà, intuendo che il non gradito “ospite” era tornato.

Immediatamente allertato il 113, è intervenuta una pattuglia della Volante che ha trovato l’uomo mentre era intento a gustare una cenetta improvvisata  all’interno dell’abitacolo, con tanto di candele. Questa volta, però, l’uomo non ha mostrato collaborazione con i poliziotti che gli hanno intimato di abbandonare il camper, anzi, davanti agli ordini degli agenti ha risposto con sputi, e improperi.

Tra urla e maledizioni, il campeggiatore abusivo ha tentato di barricarsi all’interno del caravan: gli agenti, quindi, lo hanno bloccato e messo in sicurezza l’individuo e gli stessi operatori, riuscendo a farlo uscire dal veicolo. Accompagnato presso gli Uffici della Questura, dopo le formalità di rito il 32enne è stato arrestato.

Questa mattina si è tenuto il rito direttissimo. L'uomo è stato rilasciato con obbligo di firma, mentre il processo è stato posticipato ad ottobre.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, arriva un assaggio d'inverno: maltempo, freddo e anche la neve

  • Scarpe Lidl, mania anche ad Ancona: scaffali svuotati in mezz'ora, maxi rivendite

  • Zona arancione, per Acquaroli non basta: «Presto ordinanza anti-assembramento»

  • Non lo vedono giorni, i vicini danno l'allarme ma è troppo tardi: uomo morto in casa

  • Parrucchieri ed estetiste fuori dal tuo Comune? Arriva lo stop dalla Prefettura

  • Nuova ordinanza, ancora sacrificio per i commercianti: vietato mangiare all'aperto

Torna su
AnconaToday è in caricamento