Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca

Compiono la "truffa del resto" in una sala giochi, denunciati

E’ finita con due denunce la truffa conosciuta anche come “truffa rendez moi”, messa in piedi nel capoluogo marchigiano da due uomini, di 43 e 21 anni. Il titolare della sala giochi, dopo essere stato ingannato, ha avvertito gli agenti di polizia che sono riusciti a bloccare i due truffatori

ANCONA - Mettono in pratica la "truffa del resto" ai danni del titolare di una sala giochi. E' successo ieri e per due uomini è scattata la denuncia.

I due malviventi, di 43 e 21 anni, residenti in provincia di Napoli, hanno preso di mira una sala giochi, mettendo a segno il raggiro e guadagnando in una manciata di secondi 50 euro.

Il modus operandi è sempre lo stesso: entrati nel locale, il piu’ giovane ha effettuato una giocata minima di due euro pagando con un biglietto da 100 euro. L’addetto dopo aver sottoposto la banconota al lettore per constatarne l’autenticità, ha consegnato il resto di 98 euro. Consapevoli, quindi, della disponibilità di contanti, è entrato in campo l’altro truffatore che, per una giocata di soli 3 euro ha pagato con una banconota da 50 euro.
Il titolare del locale ha consegnato il resto di 45 euro, ma a quel punto il “cliente”, con una scusa, ha chiesto di riavere la banconota da 50 euro perché si è accorto di possedere nel portafoglio una banconota da 5 euro.
Con un altro pretesto, l’abile truffatore ha bloccato subito l’ignaro cassiere, domandando se, invece, ne avesse avuta una da 100 euro dandogli indietro quella da 50. Tutto durava pochi istanti e senza esitazioni.

Il titolare della sala giochi, andato in completa confusione, ha consegnato la banconota senza rendersi subito conto del vorticoso passaggio di contanti e di essere stato truffato. L'uomo poco dopo ha iniziato a capire il raggiro subito, contattando immediatamente il 113. Dopo alcuni controlli, gli agenti sono riusciti a bloccarli ed identificarli, facendo emergere i vari precedenti di polizia per reati contro il patrimonio, la persona e truffa.

All’interno del veicolo della coppia sono state rinvenute le ricevute delle giocate effettuate e la banconota rubata al proprietario del locale. Accompagnati in Questura entrambi sono stati denunciati per truffa in concorso.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Compiono la "truffa del resto" in una sala giochi, denunciati

AnconaToday è in caricamento