Terremoto, ad Ancona sospese le verifiche alle abitazioni

A denunciarlo Mirco Luconi, segretario per le Marche del sindacato dei vigili del fuoco Conapo: «Sospese le verifiche, manca il personale»

«A causa degli interventi conseguenti alla tempesta di vento che si sta abbattendo sulla provincia a e alla necessità di continuare a inviare le sezioni operative ad Aquata del Tronto (AP) il comando dei vigili del fuoco di Ancona ha di fatto sospeso le verifiche sulle abitazioni colpite dal terremoto». A denunciarlo Mirco Luconi, segretario per le Marche del sindacato dei vigili del fuoco Conapo . 

«Alle 10 di domenica mattina  - spiega Luconi - avevamo in coda per la provincia di Ancona 820 richieste di verifiche a edifici che sono scese a 811 richieste alle 17,30 di oggi pomeriggio, segno che non si riesce a dare risposte ai cittadini terremotati a causa della mancanza di personale, del fatto che tutte le squadre erano impegnate causa forte vento e che da Roma dispongono di inviare personale ad Arquata del Tronto con l’emergenza in casa, segno evidente che qualcosa va rimodulato da parte della nostra dirigenza».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Meteo, arriva il freddo russo sulle Marche: tracollo termico e neve a basse quote

  • Nuove regole e quasi tutta Italia in zona arancione: ecco la situazione nelle Marche

  • Tremendo frontale sulla provinciale, veicoli distrutti: c'è una vittima

  • Tragico schianto sulla provinciale, la vittima è Francesco Contigiani: aveva 43 anni

  • Telefonata choc dal porto: «Aiuto, mi hanno stuprata in tre»

  • «Zona arancione da domenica e per altre due settimane»: la conferma di Acquaroli

Torna su
AnconaToday è in caricamento