Scopre i ladri sul retro della casa, si mette a urlare: «Sono saltati giù come gatti»

Faccia a faccia da brividi per una donna che ha sorpreso i malviventi mentre forzavano la porta-finestra con un cacciavite: «Erano minorenni, fate attenzione»

Foto di repertorio

Si è trovata a tu per tu con i ladri, ha urlato e quelli sono scappati, gettando a terra un cacciavite con cui stavano per entrare in casa. E’ successo sabato pomeriggio a Borgo Rodi: è possibile che i ladruncoli, minorenni a detta della vittima, siano i tre che il giorno seguente le Volanti hanno fermato in corso Garibaldi, dopo un furto commesso in corso Amendola. Tra loro, due giovani rom che nell’auto della polizia si sono messe a canticchiare «Lasciateci rubare», storpiando il celebre brano di Toto Cutugno. 

«Dopo il sopralluogo di mercoledì mattina, sono venuti sabato pomeriggio alle 17.30 - racconta su Facebook la donna che si è trovata a tu per tu con la banda -. Li ho trovati mentre tentavano di aprire la porta finestra della cucina sul retro della casa. Si sono arrampicati al primo piano e silenziosamente con un cacciavite cercavano di entrare. È stato un faccia a faccia. Ho urlato e sono saltati giù in strada come gatti. Sono minorenni e fanno parte della banda che sta facendo razzia in città. Sono fortunata, non sono entrati e non mi hanno fatto del male. Fate attenzione!». 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Poi i ringraziamenti alla polizia «che è intervenuta prontamente e ha compiuto ogni azione per catturarli, invano, oltre che preoccuparsi di me in forte stato di agitazione. Lavorano con armi spuntate perché questi ladruncoli non finiscono mai in carcere, eppure si prodigano in ogni modo per identificarli. Ora però ci vogliono strumenti normativi perché si ristabilisca la sicurezza della pena, per permettere anche un percorso riabilitativo». La donna ha postato le foto del cacciavite abbandonata dai malviventi in fuga e i danni agli infissi della porta-finestra. 

Baby ladre senza vergogna, cantano: «Lasciateci rubare»

Presi i ladruncoli, traditi dai peluche in una busta

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La piazza come una latrina, sorpreso a defecare: costretto a pulire i suoi escrementi

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Nuovo Dpcm, arriva la firma di Conte: ecco cosa cambia da lunedì 26 ottobre

  • Folle corsa per la città, tra speronamenti e sorpassi: l'inseguimento e poi l'incidente

  • Il vento della protesta arriva anche ad Ancona

  • Contagio in aula, allarme in una scuola dell'infanzia: scatta la quarantena per i bimbi

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento