Ex Stracca pericoloso, arrivano i vigili del fuoco: «Il Comune non se n’è mai curato»

I consiglieri di Altra Idea di Quartiere del Ctp 1 sull'intervento di messa in sicurezza

«A seguito di una istanza di messa in sicurezza dell’edificio “ex Stracca” presentata dai consiglieri di Altra Idea di Quartiere del CTP 1, il Giudice, Maria Letizia Mantovani, ha autorizzato il Custode alla messa in sicurezza del cespite sottoposto a procedura esecutiva, richiedendo una relazione all’esito dell’esecuzione delle opere». La nota è stata diffusa dai consiglieri territoriali Valeria Campanella, Patrizia Santoncini, Lidia Mangani, Daniele Donati e Gabriele Matarazzo. L'intervento dei pompieri risale a ieri, 27 gennaio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Dalla data della presentazione dell’istanza, il 21 novembre dello scorso anno, non vi è stato fatto nessun lavoro di messa in sicurezza. I lavori in questione dovevano essere sostenuti a carico del creditore procedente che però in data 09/12/2019 ha depositato una “comunicazione di non disponibilità a sostenere spese per progettazione e opere edili” – prosegue la nota- visto e considerato che la sicurezza delle persone va preservata nell’immediato onde scongiurare spiacevoli conseguenze e senza attendere lungaggini burocratiche e visto e considerato che non vi è stata nessuna sollecitazione alla messa in sicurezza dell’immobile da parte del Sindaco, pur sapendo tutte le vicissitudini, i consiglieri si sono visti costretti a far intervenire i Vigili del Fuoco. Il risultato è stato una chiusura immediata del marciapiede adiacente l’entrata principale per pericolo crollo della tettoia e di alcuni vetri delle finestre. La consigliera Valeria Campanella intervenuta dopo che i Vigili del Fuoco se ne erano andati, avvertita da una residente, ha potuto parlare con i Vigili Urbani che stavano transennando il marciapiede e li ha sollecitati a prendere ora dei provvedimenti per mettere delle strisce pedonali nel punto più alto della salita, per non mettere in pericolo i pedoni, che non potendo percorrere il marciapiede interdetto sono costretti all’attraversamento in un punto molto pericoloso. Dopo anni di abbandono lo stabile è diventato pericoloso nella più totale non curanza da parte dell’amministrazione comunale e i Consiglieri di Altra di Quartiere sperano che ora si rimettano in sicurezza anche le altre cose che avevano chiesto nell’istanza presentata al Giudice: i solai che si riempiono di acqua quando piove, le grondaie arrugginite e rotte, ripristino dei vetri rotti e eliminazione delle macerie lasciate lì da decenni». 
 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Marche, ordinanza di Acquaroli: didattica a distanza nelle scuole e mezzi pubblici al 60%

  • Nuovo Dpcm, nessun divieto di circolazione: stop anticipato a bar e ristoranti

  • Le Marche corrono ai ripari: raddoppio vaccini, tamponi in farmacia e potenziamento Usca

  • Erano l'incubo degli adolescenti, costretti ad inginocchiarsi: arrestati 5 baby stalker

  • Terapie intensive, Marche terzultime in Italia: apre il Covid Hospital con medici militari

  • Chiusura piazza del Papa, la Mancinelli avverte: ora palla agli anconetani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento