Lunedì, 17 Maggio 2021
Cronaca Passo Varano

Mostra la pistola nelle storie poi si schianta ubriaco contro un muro: denunciato

I carabinieri hanno visto le storie su Instagram del 21enne e hanno trovato l'arma ancora nascosta dentro l'auto distrutta dopo la carambola di ieri pomeriggio a Passo Varano. Il giorno prima era stato multato perché ascoltava musica a tutto volume dopo il coprifuoco disturbando i residenti

Raccontava tutte le sue avventure ai followers tramite le storie su Instagram. Telefono in mano e piede sull'acceleratore mostrava la sua vita veloce un'inquadratura dopo l'altra. Le sue follie al volante erano iniziate lunedì sera quando il 21enne di orgine romena era stato beccato dai carabinieri di Ancona e multato per violazione del coprifuoco mentre si trovava nella sua auto insieme a due amici con la musica sparata al massimo in piazza Salvo d'Acquisto. Il giorno dopo, è risalito in auto e, mentre percorreva via di Passo Varano, ha provocato due incidenti nell'arco di un'ora: prima tamponando un'altra macchina e scappando poi, verso le 16, schiantandosi contro un muretto e distruggendo la sua Bmw.

Sul posto erano intervenute, oltre all'automedica e alla Croce Gialla che lo hanno portato al pronto soccorso dell'ospedale di Torrette, anche la polizia municipale e i vigili del fuoco. Il giovane, in evidente stato d'ebbrezza, si era rifiutato di fare l'alcool test e le analisi del sangue così, per lui, era scattata la sanzione massima prevista dalla legge. 

Ma per lui questo era solo l'inzio dei guai. Infatti, poco prima di finire contro il muretto, il ragazzo aveva mostrato in una delle tante storie da bad boy una pistola gettata sul cruscotto insieme a qualche banconota da 100 euro. Ignorava il fatto, però, che dall'altra parte dello schermo ci fosse l'occhio attento dei carabinieri. In uno dei frame, infatti, si notava l'arma pistola soft air-2e, nella storia successiva, era inquadrata l'ambulanza che lo portava in ospedale. Così i militari, guidati dal capitano Vittorio Tommaso De Lisa che per primo ha avuto l'intuizione capendo che quella pistola sarebbe dovuta essere ancora lì, hanno controllato l'auto insieme agli agenti della polizia municipale. E infatti era ancora nascosta sotto il sedile: un revolver da soft air, federe riproduzione di una Dan Wesson, priva di tappo rosso, con i suoi priettili inesplosi. Questo genere di armi, seppur giocattolo, non possono essere esibiti perchè potenzialmente pericolosi. Perciò l'arma è stata sequestrata e il 21enne denunciato per porto abusivo di armi od oggetti atti ad offendere. 

Gallery

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Mostra la pistola nelle storie poi si schianta ubriaco contro un muro: denunciato

AnconaToday è in caricamento