Movida violenta nel ring di piazza del Papa: gli aggressori ripresi dalle telecamere

Tre tafferugli in due settimane, polizia e carabinieri al lavoro per individuare i responsabili. Alcol a minorenni, già chiuso un locale

Foto di repertorio

Quattro ragazzi sono già stati denunciati dalla polizia perché sono stati sorpresi dalle Volanti della questura a darsele di santa ragione. Per altri potrebbero scattare identici provvedimenti nei prossimi giorni. Da un lato la Squadra Mobile della polizia, dall’altra i carabinieri: coinvolgono una trentina di giovani, inclusi diversi minorenni di varie nazionalità - italiani, ma anche albanesi, rom e sudamericani - le indagini sulle ripetute risse (almeno tre) scoppiate nei weekend del post-lockdown in piazza del Papa, trasformata in un ring dalla furia di giovani alimentata dall’alcol. Fondamentali saranno le immagini delle telecamere della zona. 

L’ultima scazzottata si è scatenata sabato notte (14 giugno), attorno all’una, ed è stata ripresa da un nostro lettore (Guarda il video). Si sono scontrati due gruppi di albanesi dopo che uno di loro, un ventenne, passando vicino ai tavolini di un locale, ha rivolto uno sguardo di troppo a una ragazza, seduta in compagnia del fidanzato e di un’altra coppia di connazionali. Sul posto sono intervenuti i carabinieri del Norm che hanno bloccato uno degli albanesi in fuga e ora i militari sono al lavoro per identificare tutti i responsabili del tafferuglio. Quella di sabato è stata la terza rissa nel giro di due settimane: la penultima, venerdì sera (13 giugno), aveva coinvolto 4 giovani ed era intervenuta la polizia. Un vero e proprio pestaggio era scoppiato, invece, nella notte del 30 maggio con calci, pugni e bottigliate (Guarda il video). 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In tutto questo, il Comune, dopo le indagini della polizia, ha fatto chiudere un frequentatissimo bar nei pressi di piazza del Papa, specializzato in cicchetti: grazie alle microspie, infatti, gli investigatori hanno scoperto che il titolare e il barista (entrambi denunciati) servivano da bere a minorenni. Non solo: il bar, secondo le indagini successive, non aveva le autorizzazioni per il pubblico esercizio, per questo è scattata la chiusura immediata con una sanzione di 5mila euro. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incendio al porto di Ancona, quella nube era tossica: ora c'è un'indagine della Procura

  • Elezioni regionali, il nuovo presidente della Regione è Francesco Acquaroli - LA DIRETTA

  • La sindaca riapre le scuole, ma il Savoia-Benincasa non ci sta: «Noi restiamo chiusi»

  • Si schianta con un'auto, camper si ribalta: un ferito è gravissimo

  • Vita su Venere, scoperti “escrementi”. L’esperto anconetano: «Ora missione lassù»

  • Coronavirus, primo caso a scuola: in quarantena un'intera classe e i professori

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
AnconaToday è in caricamento